16/06/12

Recensione Halestorm - The strange case of.. (2012)


Ma porco cane, perché??? Perché??? Ho ascoltato gli Halestorm dal vivo e vi assicuro che sono una bomba, veramente una bella sorpresa, ma sto disco... ma... ma perché???? Dannati produttori, dannato marketing, dannato music businness.. dannati ragazzini....

Tornato dal concerto (hanno aperto per Slash) non vedevo l'ora di ascoltare Love bites, che dal vivo mi era piaciuta un casino. Torno a casa e ascolto sta porcheria: tutta la grinta e l'aggressivitá del pezzo, soffocata dalla produzione.

Se non capite di cosa parlo, provate ad ascoltare il ritornello, prima da studio e poi dal vivo. Vi metto i link qui sotto. Fatto? Avete visto? Lzzy Hale dal vivo ha una grinta e una voce che raramente mi é capitato di ascoltare live, ma su disco perde quasi tutta la sua potenza.

Il disco, grazie alla superba produzione, é destinato al ragazzino medio americano, che ascolta Mtv- Avril Lavigne. Cosí, I miss the misery, Mz. Hyde, Freak like me, che sono dei pezzi davvero validi, risultano veramente troppo easy listening, con dei ritornelli ritagliati apposta per i media, con 1000 voci, cori e coretti in sottofondo, quando di voce ne basterebbe solo una.

Oltre a depotenziare tutti i pezzi di buona fattura, qualcuno ha ben pensato di inserire 3-4 canzoni stile Beyonce- Cristina Aguilera (Beautiful with you, In your room, Break in), cosí la frittata é fatta. Bravi.

Se volete ascoltare gli Halestorm andate a sentirli live a qualsiasi costo, ma buttate sto disco, per caritá.

Voto 4 (alla produzione)

Da ascoltare a tutti i costi (live): Love bites, freak like me
Skip songs: Beautiful with you, In your room, Break in


TRACKLIST:
01. Love Bites (So Do I)
02. Mz. Hyde
03. I Miss the Misery
04. Freak Like Me
05. Beautiful with You
06. In Your Room
07. Break In
08. Rock Show
09. Daughters of Darkness
10. You Call Me a Bitch Like It's a Bad Thing
11. American Boys
12. Here's to Us 
 

Share: