28/03/15

La scheda: Numa


Breve descrizione/bio della band:
Nasco come cantante da Rockband.. Dopo qualche anno di esperienze live ho approfondito i miei studi frequentando l'accademia musicale di Firenze con lezioni di canto, pianoforte, teoria e solfeggio e rhythm training. Da lì, alcune conoscenze mi hanno aperto delle porte per entrar a far parte di esperienze teatrali, soprattutto musical. Dopo varie esperienze artistiche e vari progetti musicali ho deciso nel 2008 di intraprendere la carriera solista con il nome di Numa.. Ho all'attivo 3 album, di cui l'ultimo e', appunto, "Il Periodo".

Genere musicale:
Attualmente hard rock/pop metal ma ogni mio lavoro, fino ad oggi, e' stato differente dagli altri. Quindi includerei anche theather/rock e pop sperimentale.

Line-up attuale:
Numa: voce
Andrea Anichini e Giulio Peretti: chitarre
Marco Polidori: basso
Daniele Mannori: batteria.

Album/EP/Demo all'attivo:

Nel mio sguardo (2009);
Pout Pourrock (2013);
Il Periodo (2015)

Influenze:

Tantissime e di ogni genere.. Ma gli artisti che mi hanno segnato di più sono stati Queen, Ac/Dc e Litfiba.

Di cosa parlano i tuoi testi:
I miei testi possono parlare di tutto. Si va da cose frivole ad altre più impegnate socialmente. Sono storie solitamente autobiografiche ma possono essere anche inventate. La caratteristica che gli accomuna e' un linguaggio spesso ironico e a tratti nonsense.

L'esibizione live che ricorderai per molto tempo:

Nessuna o tutte.. Dipende dai punto di vista.. Diciamo quindi quella che deve ancora avvenire

Un aneddoto divertente capitato on stage o in studio:

Chi lavora in questi ambienti sa che stando a contatto con folli artisti possono succedere ogni minuto cose divertenti. Così è infatti..! Non ce n'è uno in particolare e altri, diciamo, sono un po tabù..

I tuoi dischi preferiti in assoluto:
Sono molti i dischi che per me fungono da adrenalina pura. Se però ne devo scegliere uno in particolare, dico tutta la vita Back in Black degli Ac/Dc.

Dimmi un album che pensi di essere l'unico al mondo ad apprezzare:

Impossibile che esista..Qualsiasi disco al mondo ha almeno 2 sostenitori. Aha, posso dire che, nonostante non si deduca dalla mia immagine, apprezzo molto anche generi completamente diversi dal mio. Per esempio, mi lascio ispirare da alcune canzoni di musica leggera italiana, ma non potrebbe essere il contrario visto che ho anche un ruolo da insegnante di canto e quindi è obbligatorio essere il più trasversali possibile.

Un musicista che vorresti incontrare per fare quattro chiacchiere
Sono talmente concentrato su me stesso che non subisco più il fascino di un artista in particolare. Da ognuno di essi, piccolo o grande che sia, si può trarre tante belle cose ed energia positiva, quindi ben vengano tutti!

Cosa chiederesti nel backstage se fossi l'artista piú importante del pianeta:
Donne


Share: