07/07/15

La scheda: Moth's Circle Flight

Bio:
I Moth’s Circle Flight nascono nel 2003, attraversando qualche cambio di formazione ma ad oggi metà della band era presente già in origine. Proveniamo da Parma/Reggio Emilia, e abbiamo sempre avuto una dedizione totale per la musica e per il live. Siamo in 6, plasmati a rock e parmigiano. Genere musicale: Metalcore, in ogni canzone è presente un mix tra riff massicci e ritmati e parti melodiche più fluenti.

Line-up attuale:
GABRIELE ROSI voce
SIMONE PANCIROLI voce
FRANCESCO BALDI chitarra ritmica
LUCA ALZAPIEDI chitarra solista
SIMONE MARINARI batteria
MARCO REGGIANI basso

Album/EP/Demo all'attivo: 
-About Irrationality 2005 demo
-Solo Attimi 2007 demo
-Born to burn 2011 LP
-My Entropy 2015 (in uscita)

Influenze:
A tutti noi piacciono i Pantera. Ma questo è il punto d’inizio, ognuno negli anni ha sviluppato una sua influenza, una sfumatura, che poi ha fatto confluire nella nostra musica. Sono anni che ci penso, ma non ho mai trovato una band a cui assomigliamo veramente.

Di cosa parlano i vostri testi:
I testi svariano negli argomenti, ma se dovessi trovare un leit motiv, beh quello è la speranza. Il crederci, il non mollare, la quiete dopo la tempesta. So che esce dai canoni del genere, ma non ci riconosciamo in chi fa il metallaro rabbioso, odia tutto e tutti, “la società non mi capisce”...Insomma, il concetto è sii uomo, sii cazzuto, il metal è potenza, non depressione.

L'esibizione live che ricorderete per molto tempo: 
indecisi...Sicuramente suonare con Sepultura è stato coronare un sogno, che hanno i bambini quando cominciano con le prime cover e poi si trovano a suonare con gli idoli in carne e ossa. Ma un concerto davanti a 4000 persone come ci è capitato con Gem Boy a Sorbolo, beh quello rimane...

Un aneddoto divertente capitato on stage o in studio:
beh....

I vostri dischi preferiti in assoluto:
Cowboys from Hell – Pantera, Mutter – Rammstein, Sacrament – Lamb of God ecc.

Qualcuno di voi mi dica un album che pensa sia l'unico al mondo ad apprezzare:
Simone M: Pale Communion degli Opeth.Molto criticato, diverso, ma molto piacevole!

Un musicista che vorreste incontrare per fare quattro chiacchere:
qua ognuno ha il suo... Io (Gabbo) direi Till Lindemann,secondo me qualcosa da raccontare ce l ha.

Cosa chiedereste nel vostro backstage se foste il gruppo più importante del pianeta:
Una gabbia contenitiva per Tribute Band.Con annesse Tribute Band.
 
Contatti:
www.mothscircleflight.com/myentropyplayer
https://www.facebook.com/Mothscircleflight 
mothscircleflight@gmail.com
Share: