03/03/17

La scheda: Maleizappa


BIO

I ​Maleizappa nascono nel 2004 in qualche malfamato e sudicio posto della mente.
Si narra nell'ambiente “elitario” della musica d’autore che i simpatici cinque non siano altro che la peggiore trasposizione fisica di un pensiero impuro - qualsiasi cosa questo voglia dire -
Si affermano immediatamente e conquistano nel giro di pochi anni l’affetto dei giovani afflitti dalla deludente scena musicale di “terra di lavoro”. La musica dei Maleizappa è un miscuglio non ben definito di Pop/Rock dissacrante; di suoni, generi, citazioni, anagrammi e puzzle penta grammatici. Assistere ad una loro serata è come guardare una puntata di blob all'anfetamina. Ironici, cattivi e dissacranti. O se preferite, semplicemente, Maleizappa.


GENERE

Pop/Rock dissacrante (alias F-indie rock dissacrante)


LINE UP ATTUALE

Victor (voce),
Girolamo (basso),
Lawrence (chitarre),
Maximilian (piano/tastiere),
Corrado (batteria).


ALBUM/EP/DEMO ALL'ATTIVO

“I successi non ancora successi” (2012) 
“Dorem Ipsum” (2016)


INFLUENZE

Tutta la musica prodotta dagli anni 60 a oggi.


DI COSA PARLANO I TESTI

Di sesso, amore, politica e religione. Insomma, delle meraviglie e delle miserie della vita.


ESIBIZIONE LIVE CHE RICORDERETE PER MOLTO TEMPO

Il concerto/festino per i nostri 10 anni di stagionatura allo SMAV in provincia di Caserta nel dicembre del 2014.
Il Meeting del mare 2010 e 2011 e Ecosuoni 2016.


UN ANEDDOTO DIVERTENTE CAPITATO ON STAGE O IN STUDIO

Durante una nostra esibizione nel lontano 2006 un ragazzo ebbe un calo di pressione e svenne davanti al palco.
Il pubblico pensò immediatamente a una messinscena organizzata da noi - a quei tempi durante i live ne organizzavamo parecchie - e continuò a ballare e cantare senza curarsi minimamente di quel poveretto a terra.
Ci volle un po’ per convincerli del contrario, e a fare spazio per permettere di soccorrere il ragazzo*.

* il ragazzo è vivo e vegeto ed è ancora un nostro fan.


I VOSTRI DISCHI PREFERITI IN ASSOLUTO

Girolamo: Ko de mondo degli CSI, Il vile dei Marlene Kuntz, Vol. 2 - Poveri Cristi di Brunori Sas, tutta la discografia dei Pink Floyd, Crac degli Area, Incredibile opposizione di Bisca/99 posse, Machine head dei Deep Purple.

Victor: Tutti quei vinili che non potevo comprare da giovincello perché non possedevo un giradischi.

Lawrence: Abbey Road - Beatles, The division bell - Pink Floyd.

Corrado: King for a day - Faith No More, Experience - Jimi Hendrix

Maximilian: Right Thoughts, Right Words, Right Action - Franz Ferdinand, Camer a sud - Capossela.


CITATEMI UN ALBUM CHE PENSATE DI ESSERE GLI UNICI AL MONDO AD APPREZZARE

Ivan Mládek - The Best Of Banjo Band


UN MUSICISTA CHE VORRESTE INCONTRARE PER FARCI QUATTRO CHIACCHIERE

Giovanni Lindo Ferretti in versione drogato tantissimo e Daniele Silvestri perché ci deve un favore.


COSA CHIEDERESTE NEL VOSTRO BACKSTAGE SE FOSTE LA BAND PIù IMPORTANTE DEL PIANETA

Un unicorno rosso metallizzato o, in alternativa, cinque mozzarelle di bufala doc.

Share: