05/04/18

La scheda - Zeffjack


-Genere:
Rock Strumentale

-Line Up attuale:
Power Trio: Fra – Mic - Andre

-Album/EP all'attivo:
– La cura del Freddo (EP 2008 Autoprodotto)
– Dimentica (2010 Singolo)
– La Stagione delle Piogge (EP 2011 Autoprodotto)
– Friendless (Album 2018 RocketmanRecords)

-Influenze:
La lingua scelta nella nostra proposta è quella del rock, con alcuni dei suoi dialetti; Wallnoise, New Wave, Punk e con un pizzico di quello che un saggio baffuto un tempo chiamava “Pop Tirato”.

-Di cosa parlano i vostri testi:
nessun testo.

-Esibizione live che ricorderete per molto tempo:
Al Fuori Orario di Taneto….per l’accoglienza e la serata ma ci sembra di fare un torto nel citarne solo uno, anche al “Taun” o a quella che era il circolo “La Giovane Italia” un tempo..bel clima..bella gente.

-Un aneddoto divertente capitato on stage o in studio:
Durante una serata live finito il concerto uno di noi sfoggiava conversazioni di altissimo livello noncurante di un anello di cipolla che gli penzolava dal taschino della camicia… la risposta nostrana al garofano di Craxi.

-I vostri dischi preferiti in assoluto:
Mic: Punk in Drublic – NOFX e In Circolo - Perturbazione

Fra: sono diversi: ne dico solo 3 perchè sono un bulimico musicale: Vitalogy dei Pearl Jam, Testa di Cuore di Marco Parente, Northpole dei Northpole

Andre: Silent Alarm – Bloc Party, The Colour And The Shape – Foo Fighters

-Citatemi un album che pensate essere gli unici al mondo ad apprezzare:

Friendless

-Un musicista che vorreste incontrare per farci quattro chiacchiere:
Paolo Benvegnù

-Cosa chiedereste nel backstage se foste la band più importante del pianeta:
Un calciobalilla…. e un quarto giocatore!

Post Edit: