22/09/12

Recensione: Skunk anansie- Black traffic (2012)

Gli Skunk anansie sono tornati!
Aspettate, non stiamo parlando di un disco epocale, questo Black traffic é "solamente" un lavoro onesto ma fortunatamente lontano anni luce dal terrif.. ehm discutibile Wonderlustre, anche se non accostabile ai primi 3 dischi della band, nonostante ne mantenga le caratteristiche.


Si parte in quarta con I will break you, e giá da questo pezzo si capisce come l'album sará (fortunatamente) orientato sulle sonoritá rock e non sulle sonoritá da ninna-nanna del precedente.
I primi tre pezzi hanno un bel tiro, soprattutto Spit you out, che é una delle mie preferite di Black traffic.
I Hope You Get To Meet Your Hero ci riporta alle belle atmosfere che esaltano la voce di Skin e gli arrangiamenti (orchestrali) della band. I Believed in you é il primo singolo dell'album, diretto, orecchiabile, rock. Mi piace. Ve la posto al termine della recensione, dove noterete che Skin adesso ha un ciuffo niente male (!). Anche la seguente Satisfied mi piace (che bella recesione, eh ?), aggressiva e potente. Seguono 3 pezzi abbastanza discutibili, 3 semi ballad che abbassano la media dell'album, che fino a qui procedeva a ritmi molto, ma molto buoni. Soprattutto Drowning potrebbe causarvi degli attacchi di panico o di sconforto, ma non perché la canzone vi prenderá in maniera tale da immedesimarvici, ma perché vorreste distruggere lo stereo o mangiare gli auricolari per smettere di ascoltarla. Sará stata scritta nel periodo Wonderlustre, chissá... Fortunatamente arriva Sticky Fingers In Your Honey a risollevarci, che mi ricorda molto le atmosfere sbarazzine del loro album migliore Stoosh. Davvero un bel pezzo. Una ballad finalmente all'altezza é la conclusiva Driving down che ci ricorda che gli Skunk anansie sono molto bravi (quando vogliono) con le atmosfere rilassate.

Le canzoni di Black traffic sono abbastanza semplici: struttura lineare e breve durata, e questo non é per forza un male.
Gli arrangiamenti sono sempre molto curati, cosí come la magnifica sezione ritmica (quanto spinge il bassista) e quella  (finta?) orchestrale.
A me il disco é piaciuto, buona energia, buona prova dei singoli, peccato solo per il calo di tensione con quelle tre ballad centrali. Ah, se non l'aveste ancora fatto, andate a vederli dal vivo perché sono una bomba.

Voto 6,5

Best songs: Spit you out, I Believed in you, Sticky fingers in your honey
Skip song: Drowning 

Tracklist:

01. I Will Break You
02. Sad Sad Sad
03. Spit You Out
04. I Hope You Get To Meet Your Hero
05. I Believed In You
06. Satisfied
07. Our Summer Kills The Sun
08. Drowning
09. This Is Not A Game
10. Sticky Fingers In Your Honey
11. Driving Down

Share: