02/11/13

Le 10 peggiori cover della storia

Siete pronti per il countdown delle 10 cover piú brutte mai realizzate? Vai!

10) Nevermore - The sound of silence (Simon & Garfunkel)
Ai Nevermore questa canzone non deve piacere poi cosí tanto, dato che questa The sound of silence suona esattamente come una canzone dei Nevermore, della canzone di Simon & Garfunkel non ha praticamente nulla, a parte i primi secondi. La mia domanda é: perché? Boh, forse gli piacevano solo le parole...


9) Sheryl Crowe - Sweet child o mine (Guns n' roses)
Diciamolo (La Russa): certe canzoni non andrebbero minimamente "toccate" e Sweet child o' mine, a mio parere, é una di queste. Sheryl Crowe, non solo ha avuto il coraggio di farlo, ma ha pure tolto dalla canzone il suo punto di forza nonché elemento distintivo, ovvero il riff iniziale di chitarra. Brava, ottima scelta. Sarebbe come coverizzare Smoke on the water senza il riff, eseguire Hey Jude senza mai dire "Hey Jude" o fare una cover di Gigi D'alessio in dialetto toscano.


8) U2 - Fortunate son (Creedence clearwater revival)
Come uccidere una canzone.
Lo spirito ribelle di Fortunate son é morto e sepolto sotto l'interpretazione di Bono & compagni. Il mondo intero ne avrebbe volentieri fatto a meno. Per fortuna non é molto famosa e qualcuno si é salvato dall'ascolto. Non cliccate, andate avanti. Non la metto neanche in anteprima, se la volete ascoltare dovete cliccare sul titolo.

7) Metallica - Diary of a Madman (Ozzy Osbourne)
Cover eseguita MALISSIMO. Ragazzi, siete i Metallica, avete un nome, non potete suonare come si suona al picnic o al faló (da sbronzi). Canzone devastata.


6) Will young - Light my fire (The doors)
Un po' lo stesso discorso fatto per Sweet child o'mine. Ma anche come quella qui sopra. Non voglio entrare nel merito di chi sia piú valido, Jim Morrison o questo signorinello. Ma vi pare possibile reinterpretare una performance cosí intensa con questa cosa per signorine? Ciao, sono Will Young, scusa, per favore, non é che vorresti "accendere il mio fuoco"? Scusa se ti sto disturbando, eh. Jim Morrison gli avrebbe vomitato in faccia.

5) Alien ant farm - Smooth criminal (Michael Jackson)
A certi "artisti" dovrebbe essere tolta la facoltá di pubblicare contenuti. Non voglio soffermarmi sulle facce dei componenti della band, ma mi soffermeró sulla rivisitazione oscena di questa bella canzone di Michael Jackson. I primi secondi non sono neanche male, ma pre ritornello e ritornello sono da sfasciarsi la testa nel muro o da strapparsi le dita a morsi. Questo é quello che provavo quando ascoltavo e guardavo il video di questa canzone in rotazione su MTV, tanti anni orsono. La sensazione è rimasta la stessa, forse è addirittura peggiorata.


4) Atreyu - You give love a bad name (Bon Jovi)
Ci stiamo avvicinando alla vetta e i giochi si fanno sempre piú duri, come é dura superare i 30 secondi di questa canzone. Il cantato della prima strofa della canzone é totalmente fuori: fuori tonalitá, fuori di testa e fuori da ogni tipo di gusto. Non che il resto sia molto meglio... Se chiedeste ad una persona presa a caso dal vostro quartiere, di cantare la strofa di questa canzone, sono sicuro non potrebbe fare di peggio del cantante degli Atreyu. Ma faceva sul serio? Ma, in sede di registrazione, nessuno gli ha detto niente?? "Ok, abbiamo terminato!" "Era buona?" "Perfetta, bravissimo".
Sorvoliamo poi su altri dettagli, come velocitá sballate, cori equalizzati con il cellulare, solo iniziale con mezza battuta in piú e altre bellissime cose. Cliccate sul titolo se volete ascoltare questa perla.

3) Devil driver - Wasted years (Iron maiden)
Ma la gente non si vergogna neanche un pochino? Ma il cantante dei Devil driver si riascolta, dopo aver registrato? E' amico di quello degli Atreyu? Strumentalmente la canzone é ok, ma il cantato? A parte le strofe terrificanti che ti fanno venire l'orticaria dopo 30 secondi, il ritornello é forse la peggior esibizione di sempre. Soooooooaohahaohaohaoahoah understuahahthahaahathrhahahtandd... Questi hanno le scimmie urlatrici, nel cervello.


2) Judas priest - Johnny B. Goode (Chuck Berry)
Molte delle cover proposte qui sopra sono tremende, ma sono eseguite da artisti non troppo importanti. Diverso é il caso dei mitici Judas Priest, che falliscono miseramente nel tentativo di reinterpretare la fantastica Johnny B. Goode di Chuck Berry. Il riff iniziale é pessimo, le strofe con il riff al supporto pure, e il ritornello é tragicomico. Sicuri che siano i Judas Priest? Avevano perso una scommessa, forse?


1) Ministry - What a wonderful world (Louis Armstrong)
Le parole, a volte, servono a poco... Let the music do the talking. Se siete in un momento di depressione o di instabilità vi invito caldamente a non cliccare.



Quali sono le cover che vi fanno ridere o non riuscite proprio ad ascoltare? Scrivetele nei commenti. Io vado a farla finita dopo aver ascoltato la numero uno in classifica.
Share: