20/04/14

Recensione: Edguy - Space police - Defenders of the crown (2014)

Ma che razza di copertina è mai questa? E che razza di titolo di album è mai questo? E che razza di recensione sarà questa? Non lo so...mi sento ispirato, facciamo un track by track.

Le solite dichiarazioni di circostanza anticipano questo Space police - Defenders of the crown: "si ritornerà a sonorità dure, il disco sarà di altissimo livello e bla bla bla...". Così aveva infatti dichiarato Tobias Sammet qualche tempo fa. Frasi di circostanza? No, stavolta no!

Ma snoccioliamo (!) questo disco e vediamo che succede, nello specifico:

1) Sabre & Torch
Anticipata in rete qualche tempo fa, Sabre & torch è una canzone cazzutissima che sembrava il classico "tranello" per far comprare l'album ai fan che non hanno gradito le sonorità morbide degli ultimi album. Ci accorgeremo che non lo sarà, fortunatamente (mi sono schierato, ecco).
Ci accorgiamo anche di altre cose. La prima è che la differenza tra gli Edguy e gli Avantasia è praticamente nulla, ormai i due progetti suonano uguali, ospiti a parte. La seconda è che la voce di Tobias comincia a perdere colpi su tonalità sostenute. Se ascoltate le due strofe iniziali, noterete che la voce di Tobias è adesso nettamente più gradevole quando più rilassata (quindi nella seconda). Considerazioni secondarie a parte, il pezzo è decisamente OK ed è un'apertura perfetta.

2) Space Police
Title track in pieno stile Edguy con tastierone iniziale à la King of fool o Superheroes. Riuscita come queste due? Direi di sì, forse persino di più, il ritornello mi piace un casino, ma proprio un casino casino. Se gli aggiungiamo alcuni elementi fortemente ironici che mi piacciono tanto, tipo tastiere "aliene" e Tobias che fa il cretino verso la fine del brano possiamo dire che è un pezzone. Forse il mio preferito dell'album.

3) Defenders Of The Crown
Eccessiva, tamarra, pomposa, riuscitissima. Ritmi davvero alti fino ad ora. E chi se lo aspettava...

4) Love Tyger
Guardando il video per la prima volta ho avuto la tentazione di strapparmi i timpani, talmente mi ha fatto schifo. Non so perchè, ma all'interno del disco non mi dispiace più, anzi è persino gradevole. Forse sono stato condizionato dal terribile videoclip. Contiene citazioni involontarie (ehm...) a Darkness, Place Vendome e Iron maiden.

5) The Realms Of Baba Yaga
Baba Yaga? E chi minchia è? Andando su google ho scoperto che è una specie di strega di una favola. Altra canzone divertente ma robusta con tanto di doppia cassa in vecchio stile Edguy. Grande riff e grandissimo Chorus. Tobias che dice Baaabaaaa yaaaaagaaaaa mi diverte un sacco. L'album viaggia a ritmi e livelli decisamente alti. Baaaaabaaaaaa Yaaaagaaaaaaaaaaaa

6) Rock Me Amadeus
Il titolo non mi diceva nulla, ma appena è partita... "ma aspetta... ma questa è..." Sì è una cover di un pezzo anni 80 troppo divertente, ascoltandolo per la prima volta in metro sono scoppiato a ridere come un deficiente. Grandissima cover e grandissimo senso dell'humour.

7) Do Me Like A Caveman
Apertura incazzata e tastiera suonata con un dito (se la ascoltate capirete a cosa mi riferisco) Per il resto, le atmosfere si smorzano un pochino ed il pezzo appartiene più ai "nuovi" Edguy che a quelli "vecchia maniera" ascoltati fino ad ora. Pezzo non male, ironico, ma mi ero abituato a nuove (vecchie) sonorità.

8) Shadow Eaters
Ritorna la doppia cassa, e con lei i "vecchi" Edguy. E vai! Il pezzo non è certo di quelli da tramandare ai posteri, ma molto gagliardo (mi è venuto gagliardo e scrivo gagliardo, ok??) e con delle parti davvero gustose. Che bell'album fino ad ora...

9) Alone In Myself
Questa non l'ho capita. Una ballad diversa (per non dire brutta) che a mio avviso non c'entra proprio un fico secco con le atmosfere dell'album. Mi ricorda qualcosa (di brutto) degli Avantasia. Ma perchè l'avete messa?

10) The Eternal Wayfarer
Guardando la durata (quasi 9 minuti), mi aspettavo decisamente di più dalla canzone che chiude questo Space Police, invece le atmosfere ritornano vagamente epiche à la (nuovi) Avantasia con tastiere e cori che dominano. Il pezzo non è sicuramente male, ha davvero un bel ritornello e delle ottime idee, è solo che, a mio avviso, anche questo non c'entra una mazza con quanto ascoltato fino ad ora. Esclusa la traccia precedente, ovviamente.

Ma quante centinaia di canzoni avrà scritto Tobias fino ad ora? Se ho fatto bene i conti questo è il diciassettesimo album tra Edguy e Avantasia, dei quali è autore di praticamente di tutti i brani. Beh, uno che scrive da solo praticamente un album all'anno e che riesce a tirarti fuori un prodotto del genere dopo 20 anni, merita solo un grande rispetto. Può piacere o meno, ma è uno dei più grandi personaggi e songwriter dei nostri tempi.

Questo Space police? A mio parere è nettamente il miglior album dai tempi del grande Hellfire Club, peccato solo per la flessione e per il cambio di atmosfere nel finale.
Bentornati Edguy e giù il cappello per Tobias.

Voto 7,5

Top tracks: Space police, Defenders of the crown, The realms of Baba Yaga
Skip track: Alone in Myself