06/08/14

Sottovalutate e sopravvalutate: Iron Maiden

Le sopravvalutate sono quelle canzoni che ci hanno rotto le cosidette o che magari hanno avuto, secondo il mio punto di vista, piú successo di quello che meritavano. Allo stesso tempo, é giusto dare un po' di risalto alle canzoni sottovalutate, quelle che nessuno si fila, quelle che l'ascoltatore casuale non conosce o quelle che spesso non vengono "cagate" neanche dalla band in questione, dimenticandosi di inserirle nelle setlist dei concerti.

Commentate (insultatemi) pure nell'apposito spazio commenti, a fine pagina.

LE SOTTOVALUTATE

LOSFER WORDS (BIG 'ORRA)
Forse la piú bella strumentale dei Maiden. L'avete mai sentita live? C'é in qualche greatest hits? Ecco.


FLASH OF THE BLADE
Sempre da quel gioiello di Powerslave, ed esattamente come la canzone sopra. Magnificamente ignorata dalla band, come se non fosse mai esistita. A me piace un casino, boh. Forse sta canzone piace solo a me, non saprei. Se non fosse cosí, rincuoratemi nei commenti, grazie.




TO TAME A LAND
Per coloro che non lo sapessero, la canzone in origine si chiamava Dune (come il film), ma alla fine i maiden non hanno avuto il permesso per chiamarla cosí. Storie e storielle a parte, To tame a land é capolavorone da Piece of mind che piace tanto a Steve Harris, ma che mai ho avuto il piacere di ascoltare dal vivo e non so il perché.


HOLY SMOKE
Canzone "diversa" dei Maiden che avrebbe meritato maggior fortuna in sede live. Fu eseguita solo nel tour di No prayer for the dying e poi dimenticata per sempre dalla band. Perché? Ah, perché devono suonare quelle qui sotto... (ci arriviamo dopo, tranquilli). Molto bello il testo e ultra-demenziale il videoclip. Se non lo avete mai visto, fatelo!


ALEXANDER THE GREAT
Near to the eeeeeassst, in a part of ancient greece. Mi piace un sacco l'interpretazione di Dickinson: voce squillantissima e le vocali apertissime. Anche questa... ma farla live ogni tanto? Ah, no, ci sono quelle qui sotto.



LE SOPRAVVALUTATE

FEAR OF THE DARK
Eccoci qui. Chiarisco subito il senso: in realtá Fear of the dark non é sopravvalutata perché é una canzone bellissima, é solo che ci ha scartavetrato i coglioni. Vi dico solo l'ultima: i maiden fanno il tour celebrativo del 1988? In scaletta c'é Fear of the dark che é del 1992. Vi basta? Per non riascoltarla, metto una cover a caso. Sono stato attirato dall'anteprima e ho scelto questa.


HALLOWED BE THY NAME
Esattamente come sopra. Inoltre fu in assoluto la mia canzone preferita fino al 1995 circa. Poi, essendo fan della band, ho avuto modo di ascoltarla nei vari live at Donington, live in Chile, live in studio, live in arabia saudita, live da Gigi il troione, live nel deserto del Sahara (durante una tempesta di sabbia) e live a casa del nipotino di Dickinson. Basta!
In questo video, siccome avranno voluto compiere il record di suonarla contemporaneamente in due posti, avranno chiesto all'amico Lars Ulrich di dargli una mano.


WHERE THE WILD WIND BLOWS
Per me The final frontier é un fallimento e, a parte Coming home, non ho simpatia per nessuna delle canzoni contenute in quell'album. Questa canzone é finita nell'ottimo recente Greatest hits, From fear to Eternity e non mi spiego il perché.


2 MINUTES TO MIDNIGHT 
Con questa mi sono attirato tutte le antipatie dei fan dei Maiden. La sparo velocemente: per me 2 minutes to midnight é una buona canzone che peró ha avuto piú successo di quanto avrebbe meritato. Ecco, l'ho detto. Beccatevi pure il discutibile videoclip sotto.


IRON MAIDEN
Iron maiden é una canzoncina carina che porta il nome della band. Questo vuol dire che devono suonarla in ogni singola setlist per tutta la vita?? Maiden, se in qualche tour non la fate, va bene lo stesso, eh.

Share: