26/10/14

La discografia (semiseria): Red hot chili peppers

A cura di Carmelo Spinella

Ed eccoci arrivati alla discografia (semiseria) dei Red Hot Chili Peppers, gruppo dalle mille facce, il gruppo funk-rock che ha segnato un'era! Il mio gruppo preferito dove, per altro, ci suona il mio batterista preferito! :D
Divertitevi nella lettura e, vi raccomando, commentate!

red hot chili peppers1984 - THE RED HOT CHILI PEPPERS

Il primo disco dei Peppers! Beh, dovevano cominciare da qualche parte no? E infatti The Red Hot Chili Peppers viene partorito il 10 Agosto 1984, uno dei primi dischi in cui si cercano di mischiare funk, rap e punk. Diciamo che non ci sono esattamente riusciti perchè l'album, pur presentando cose "nuove", risulta un purpurì (si scrive cosi?!) di troppe cose messe insieme alla ca**o di cane! Infatti all'epoca non risultò un grande album. Forse anche per via dei primi conflitti interni ed esterni della band. Chi lo sa!
FORMAZIONE: Oltre a Kiedis (voce) e Flea (basso) sono presenti Cliff Martinez (batteria) e Jack Sherman (chitarra). Infatti Hillel Slovak (chitarra) e Jack Irons (batteria), che erano inizialmente nella band, devono lasciare perchè vanno a registrare un album col loro altro gruppo "What is This".
VOTO: 5
> Top Tracks: Get Up and Jump, Mommy Where Is Daddy, Out in L.A.


1985 - FREAKY STYLEY

Funk, oh yeah! Il ritorno di Slovak alla chitarra e la collaborazione con George Clinton (Fankadelic e Parliament) si vede, e si sente! Funk nel senso stretto, un disco da club e, secondo me, la maggior parte delle canzoni sono nate dall'improvvisazione. Una tendenza al rock che, come sappiamo, i Peppers si porteranno per tutta la loro carriera e un Flea che inizia a delineare i contorni del fottuto mito che oggi conosciamo. In questo album hanno molto sperimentato con i fiati, scelta vincente in questo contesto! Non particolarmente importante, ma sicuramente migliore di The Red Hot Chili Peppers. Ed ha sicuramente del potenziale. Da ascoltare!
FORMAZIONE: Torna Slovak e sostituisce Sherman alla chitarra.
VOTO: 7
> Top Tracks: Hollywood, If You Want Me to Stay, Blackeyed Blonde, Yertle the Turtle
> Scazzo Song: Battle Ship

red hot chili peppers

1987 - THE UPLIFT MOFO PARTY PLAN

Sti cazzi, a me piace! Cambiano nuovamente stile, mandano affanculo le trombe e buttano dentro rock a spaccare misto funky, un connubbio che funziona alla grande! L'unico album registrato con la formazione originale. La maggior parte della gente che li ascolta non sa manco che questo è un album dei RHCP ma, fidatevi, sono loro! Kiedis ci da giù di brutto col rap e free style e Flea ci va troppo a nozze! Funziona! Da qui iniziano a spianarsi la strada! Oh yeah!
La Chicca: Special Secret Song Inside, poi rinominata col nome originale nel remaster, si intitolava Party on Your Pussy... Quando mi piacciono sti ragazzi!! (PS: canzone troppo spacchiosa!)
FORMAZIONE: Kiedis, Flea, Slovak (chitarra) e Irons (batteria).
VOTO: 7+
> Top Tracks: Me & My Friends, Behind the Sun, Subterranean Homesick Blues (cover di Bob Dylan)
> Scazzo Song: Skinny Sweaty Man

1989 - MOTHER'S MILK

Il primo fottutissimo album con la formazione storica! Il "Latte della Mamma" fa bene ai cciovani ragazzi, anche se avrebbero potuto impegnarsi di più. Poco male, visto che 2 anni dopo ci regaleranno la prima vera "chicca"! Ancora non si riesce a scorgere per bene il feeling che poi scaturirà tra Chad Smith e Flea, ma le basi (ritmiche, appunto :D ) ci sono. Oso dire che quest'album sia un pò "acerbo", perchè per quanto mi riguarda questo è "il primo vero album" dei RHCP per come noi oggi li conosciamo. Lo considero un pò l'album d'esordio!
FORMAZIONE: Kiedis, Flea, John Frusciante (chitarra) e Chad Smith (batteria)
VOTO: 7-
> Top Tracks: Higher Ground (cover Stevie Wonder), Subway to Venus, Knock Me Down, Stone Cold Bush
> Scazzo Songs: Fire (Hendrix), Punk Rock Classic

red hot chili peppers

1991 - BLOOD SUGAR SEX MAGIK

Aspettate che mi asciugo... fatto! Minchia che hanno tirato fuori! Questo è l'album che segna la svolta dei Peppers col quale sfondano a livello internazionale. Cambiano notevolmente i toni rispetto al precedente album: più maturo, meno punk-rock, più melodia e una base ritmica da paura. Blood Sugar Sex Magik è l'album che non ti aspetti ma è quello che vorresti. 17 canzoni di pura goduria, tanto groove, un album che ascolti dall'inizio alla fine in quanto le canzoni, pur mantenendo per la prima volta uno stile ben definito , sono diverse l'una dall'altra. Ed è proprio questo lo stile che ci fa dire "alla Red Hot" quando sentiamo una canzone nuova in giro! Temi incentrati su insinuazioni sessuali, droga, morte e lussuria condiscono il tutto nel migliore dei modi! La qualità sonora è notevolmente aumentata, si sente tutto a meraviglia e si sente la "cassa" dei Red Hot! A spaccare! Probabilmente il migliore album dei Red Hot. Amo quest'album!
FORMAZIONE: Kiedis, Flea, Frusciante e Smith.
VOTO: 9+
> Top Tracks: Funky Monks, Mellowship Slinky in B Major, Give It Away, Under the Bridge.... TUTTE!!!!
> Scazzo Song: They're Red Hot

1995 - ONE HOT MINUTE

Il disco di transizione dei RHCP per antonomasia. Il mondo si scontra giornalmente nell'affermare che quest'album o è fantastico o fa cagare... Volendo dire la mia, l'uscita di Frusciante ha totalmente sconvolto l'equilibrio del sound della band e questo ha dato adito alla vena rockettara di Navarro. E poi, a detta sua, Kidies non si trovava a creare brani nuovi con Navarro, cosa che invece avvenivà quasi in automatico con Frusciante. Che dire... A me quest'album piace e non piace. I primi 5 brani sono tra i pezzi più pazzeschi, di cuore e d'impatto i RH abbiano mai fatto. La prima volta che ho ascoltato Warped sono letteralmente impazzito: carica e cattiveria per finire con un riff dolcissimo.. Gente, questo è un album raffinato, molto! E a parer mio, senza questa transizione, non ci sarebbe mai stato il capolavoro che noi oggi conosciamo come Californication. Quindi, anche se non è all'altezza del suo predecessore.... per me è si!!!
FORMAZIONE: Kiedis, Flea, Smith e Dave Navarro (chitarra)
VOTO: 8
> Top Tracks: Warped, Aeroplane, My Friend, Tearjerker
> Scazzo Song: Pea (So Fucking what!)
> Chicca: Aeroplane resta a tutt'oggi la canzone che tutti i bassisti prendono come riferimento quando iniziano a suonare il basso! ;-)

red hot chili peppers

1999 - CALIFORNICATION

Allora... Cito testualmente le parole di una famosissima pubblicità: "Toccateti tutto ma non Californication"! Album spettacolare! Per me, il migliore! Questi 4 scappati di casa sono riusciti a fare un album puramente commerciale suonandolo con un gusto, un groove e una tecnica cosi raffinata che ti viene voglia di picchiarli! In quest'album c'è tutto quello che rappresenta i RCHP, c'è la VERA base ritmica Flea-Chad che sembra studiata a tavolino e viaggia come un treno, c'è il gusto incredibile di Frusciante che con 2 note per canzone ti c'ha fatto un album e c'è la prima vera sperimentazione di Kiedis con linee melodiche accentuate e molto meno free style rispetto al passato. E tutto questo FUNZIONA ALLA GRANDE! E' un album che si ascolta dall'inizio alla fine, ogni canzone è una HIT che ti trascina in un mondo da cui non puoi più uscirne. E' quell'album che inserisci nello stereo dell'auto, metti in moto a vai... vai, senza meta, fino a quando ti svegli e non sai neanche dove sei... Insomma, il migliore album dei Peppers! E non mi metto a descrivere le canzoni una per una perchè sennò facciamo notte! :D 
FORMAZIONE: Kiedis, Flea, Frusciante e Smith
VOTO: 10+
> Top Tracks: Tasto Play con opzione Repeat Album!
> Scazzo Moment: Flea che sale NUDO, con i capelli VERDI, sul palco di Woodstock '99, prende il basso, inizia a improvvisare e parte con Around the World! YEAHHHHH!!!!!!!! (con annessi problemi tecnici di Frusciante) . Certo, Kiedis dal vivo ha veramente fatto cagare, ma è di Flea che parliamo giusto?! Beccatevi il video!



2002 - BY THE WAY

Ahi ahi... Questo per me segnerà irrimediabilmente il declino qualitativo dei Red Hot Chili Peppers... Una brutta copia di Californication, ne più ne meno. Album commerciale, anche troppo,  eccessivamente melodico, riff quasi da canzonetta e poca voglia di creare qualcosa di buono. E poi quei coretti del cazzo di Frusciante non li digerisco! Certo, dopo Californication sarebbe stato difficile per chiunque creare un'altro album fuori dal comune, ma io credo che avrebbero potuto fare di più. Pero Kiedis era depresso perchè si era lasciato da poco e Frusciante voleva sperimentare linee di chitarra più dolci. Con queste premesse.... Qualcosa di buono c'è, ma aimè lo trovo un album un pò noioso..
FORMAZIONE: Kiedis, Flea, Frusciante e Smith
VOTO: 7+
> Top Tracks: By the Way, the Zephyr Song, Can't Stop

red hot chili peppers2006 - STADIUM ARCADIUM

Ancora oggi mi chiedo come i Red Hot abbiano partorito questa gran cagata di doppio album.... Credetemi, non mi capacito!.... Comunque! Tanta roba, poca emozione. Delle 28 canzoni, solo un paio sono "passabili". Molte canzoni hanno del potenziale ma purtroppo i ritornelli spesso scadono nel commerciale ridicolo e questo penalizza non poco l'ascolto. Credo infine che abbiano voluto sperimentare qualcosa di nuovo, ma si siano spinti un po troppo oltre facendo il passo più lungo della gamba. Posso affermare che questo sia forse il peggiore album dei Peppers...

FORMAZIONE: Kiedis, Flea, Frusciante e Smith
VOTO: 6- (per l'impegno delle 28 canzoni...)
> Top Tracks: Charlie, Hump the Bump, Torture Me, C'mon Gilr, 21th Century, So Much I


2011 - I'M WITH YOU

Da quando usci By the Way mi disinteressai completamente ai RHCP in quanto, per me, avevano perso il loro fascino, e trovai conferma in Stadium Arcadium. Un giorno però, ascoltando la radio, rimasi colpito da una canzone. Era dei Red Hot, era nel loro pieno stile e io non la conoscevo! Ma non è possibile!... Quella canzone si chiama Goodbye Hooray e, cazzo, spacca! Per non parlare di Look Around! I Red Hot sono tornati in grande stile e, anche se non sono più all'altezza di Californication o Blood Sugar Sex Magik, questo album mi è piaciuto. Sono presenti purtroppo canzoni o parti di esse schifosamente pseudo-pop-commerciali e per questo non sono riuscito ad apprezzare l'album nel totale, solo che non sono imbarazzanti come in Stadium Arcadium. E' un pop più maturo e ragionato, anche se a me comunque non piace.  La pausa di 5 anni sembra essere servita e l'arrivo di Klinghoffer alla chitarra sembra aver dato nuova ispirazione al mio gruppo preferito. Incrociamo le mani e speriamo bene!
FORMAZIONE: Josh Klinghoffer Sostituisce Frusciante alla chitarra. Kiedis, Flea, Smith al loro posto.
VOTO: 7++
> Top Tracks: Monarchy of Roses, Factory of Faith, Look Around, Goodbye Hooray

Spero che la recensione sia stata di vostro gradimento! Ovviamente si accettano sempre suggerimenti e critiche, a maggior ragione di fan malati di Red Hot come me! Ciao da Melo Spinella!!
Share: