Passa ai contenuti principali

La scheda: Hikobusha


Breve descrizione/bio della band:

Hikobusha (termine preso a prestito dalla psicopatologia giapponese) nasce nel 2005 e si sposta su coordinate indefinite e volubili tra rock, canzone d’autore, elettronica e new wave. Testi in italiano e inglese, suoni sinousi come il fumo di una sigaretta appoggiata al bancone di un bar che chiude all’alba.

Genere musicale:
Il post-punk inglese ed italiano, il rock degli anni novanta, la new wave, l’italo-disco, il teatro-canzone. Non vendibile.

Line-up attuale:

Davide Gammon (vox),
Paolo Zangara (bass),
Jama Ferrario (synth),
Stefano Mururoa Maurizio (guit)

Album/EP/Demo all'attivo
:
Hikobusha Ep (2005)
Hikobusha live Ep (2006)
Dinosauri (2009)
Tyrannosaurus Re(mi)x E (2010)
Discoregime (2012)
Discoregi(mi)x Ep (2013)
Disordini (2014) https://soundcloud.com/hikobusha-official/sets/disordini-2014

Influenze:
Aviaria e cinese. In questo momento il nostro chitarrista è molto influenzato. Prognosi riservata.

Di cosa parlano i vostri testi:
Le nostre canzoni sono ritratti o foto di gruppo sfocate, della durata approssimativa di tre/quattro minuti. Si riferiscono ad epoche o condizioni specifiche della vita individuale o sociale di ciascuno di noi (appartenente o meno ad Hikobusha). Talvolta sono divertenti, ma in modo non-tradizionale. In altri casi parlano di sesso e amore, perché non si può sempre tirare in ballo la religione o la morte. Spesso raccontano bugie, ma in modo sincero.

L'esibizione live che ricorderete per molto tempo:
Pink Floyd a Zurigo. Joe Cocker a Mantova. Dead Elvis a Milano.

Un aneddoto divertente capitato on stage o in studio:
Una volta, sui Navigli, ci hanno offerto un lauto cachet (100 euro o giù di lì) per non suonare, subito dopo aver scaricato la strumentazione. Il gestore aveva intravisto l'espressione rabbuiata del vicino e doveva correre ai ripari. Inutile dire che sappiamo cogliere le buone occasioni.

I vostri dischi preferiti in assoluto:

“Stg. Pepper's Lonely Hearts Club Band. L'album d'esordio dei Portishead. OK Computer dei Radiohead. The Decline dei NOFX

Qualcuno di voi mi dica un album che pensa sia l'unico al mondo ad apprezzare:

Discoregime degli Hikobusha. “Canzoni per il mio funerale” di Davide Gammon.

Un musicista che vorreste incontrare per fare quattro chiacchiere:

Steven Seagal in versione kimono e flying V.

Guarda link: http://img3.wikia.nocookie.net/__cb20090203172201/nonciclopedia/images/3/32/Steven_Seagal_chitarra.jpg

Cosa chiedereste nel vostro backstage se foste il gruppo piú importante del pianeta:
La Pace nel mondo.

Contatti
https://www.facebook.com/hikobusha?fref=ts


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I piú cliccati della settimana

Recensione: Magni animi viri - Heroes Temporis, World edition (2016)

Videorecensione: Foo fighters - Sonic Highways

Top 10: Canzoni rilassanti

Recensione: The Night Flight Orchestra – Amber Galactic (2017)