26/04/15

Recensione: Hyena Ridens - Cave Canem


A cura di Stick

Alternative Rock, con campionamenti elettronici, tutto raccolto in un Full lenght "Cave Canem" con testi in italiano promosso dalla Ghostrecord e distribuito dalla Crashsound. La band autrice di questo lavoro è quella degli "Hyena Ridens" originari di Napoli che a quanto scritto hanno creato questo cd nell'arco di quattro anni (dal 2010 al 2014).

 Il tocco elettronico si sente già dall'inizio con una buona open track parlata, le chitarre e il basso riescono a imprimere il concetto fondamentale relativa alla linea scelta per "Cave Canem" e cioè una carica emotiva , senza mai perdersi in sentieri troppo virtuosi e algidi. Meritano attenzione anche brani come "Cane", "Cellula" da cui è stato realizzato il primo video ufficiale. "Cave Canem" nella parte centrale sembra un pò affievolirsi con ballate soft e tranquille, ma il lavoro torna a livelli alti con "Suoni Randagi" e "Hyena Ridens" per poi andarsi a spegnere con l'ultima traccia "Punti di Fuga". Gli "Hyena Ridens" danno vita a un piacevole lavoro di facile ascolto lineare con particolare attenzione anche alla parte dedicata ai testi i quali provano a sfregiare i contorni di una alienazione urbana fatta di paure , solitudine e repressioni.

"Cave Canem" per stessa ammissione della band, è stato un disco molto desiderato sia per i contenuti molto forti , sia per un’energia innata di questa nuova formazione , la quale è il frutto di un lungo e ed intenso percorso artistico e soprattutto umano ormai iniziato nel 2007. Buona la prima.

Tracklist:
01 - Cave Canem
02 - Cane
03 - Cellula
04 - Non Basta Il Mare
05 - Metamorfosi
06 - Tempesta
07 - Suoni Randagi
08 - Hyena Ridens
09 - Punti di Fuga

(Ghostrecordlabel/Crashsound Distribution) 


Share: