17/11/15

La scheda: A free mama


Breve descrizione/bio della band:
Nati nell'Aprile del 2011 a Firenze con l'intento di creare musica inedita rielaborando sonorità della tradizione Funk unite al linguaggio moderno dal Rock all'Acid Jazz. Dopo il primo anno di attività live e partecipazioni, e conseguenti vittorie, a contest nazionali e non, pubblicano il loro primo album omonimo auto-prodotto. Ad un tour in UK ed apparizioni a festival in Francia e Slovenia, segue la pubblicazione nell'ottobre del 2015 di un nuovo EP, “Marginality”, caratterizzato da un sound più ricercato ed attuale.
Genere musicale:
New Funk

Line-up attuale:

Alessandro Gerini – voce solista Lorenzo Ruggeri – chitarra elettrica Luca Giachi – basso elettrico
Emanuele Bonechi – batteria
Leandro Giordani – sax contralto
Francesco Pantusa – sax tenore

Album/EP/Demo all'attivo:

- “A Free Mama” (2012)
- “Marginality” (2015)

Influenze:
Ci piace il groove del Funk, elemento imprescindibile per la nostra musica, per il coinvolgimento che trasmette. Ci piace l'aggressività del Rock. E ci piace anche la libertà che offre il Jazz nel pensare la musica. Sicuramente importantissimi per la nostra formazione sono stati: Dave Matthews Band, FFF, Weather Report, Miles Davis, Led Zeppelin, Jeff Buckley...

Di cosa parlano i testi:

I testi sono sempre personali, raccontando comunque tante situazioni di vita reale, del rapporto dell'individuo con gli altri e soprattutto con sé stesso. In particolare con “Marginality” abbiamo cercato di descrivere sensazioni, stati d'animo nei quali, data la loro attualità, più persone possibili potessero rispecchiarsi.

L'esibizione live che ricorderete per molto tempo: 
La partecipazione al festival Rock Otocec in Slovenia il 7 luglio del 2013, aprendo i concerti di Billy Talent e dei Papa Roach.

Un aneddoto divertente capitato on stage o in studio: 
Al termine di un concerto all'aperto in trasferta in occasione di un festa di paese (al quale ci andammo col nostro mezzo di trasporto ufficiale: Fredo, un camper del 1990 targato Avellino), ci dirigiamo a mangiare qualcosa verso un forno notturno che degli autoctoni ci consigliavano caldamente. Per un malinteso creatosi durante il fare la fila, una ragazza, reduce dalla serata, ci apostrofo' con fare minaccioso dicendoci:” Aoooh!! a' Gion Lenno! So' arivadi 'i Bbidols!!!”. Ancora oggi ci sentiamo sempre un po' “Bidols”.

I vostri dischi preferiti in assoluto: 

“Blast Culture” - FFF, “Big Whiskey and the GrooGrux King” - Dave Matthews Band “Grace” - Jeff Buckley
“Heavy Weather” - Weather Report
“Led Zeppelin I, II, III, IV” “Heavy Metal Bebop” Brecker Brothers

Citatemi un album che pensate di essere l'unico al mondo ad apprezzare: 
“Blast Culture” - FFF

Un musicista che vorreste incontrare per fare quattro chiacchiere: 
Una cena con John Bonham e Jaco Pastorius, dove alla fine ci raggiunge Miles per l'ammazza caffè.

Cosa chiedereste nel tuo backstage se foste la band più importante del pianeta: 

Una sala prove, due cani, qualche amaca, un doccia e un frigo pieno.


Share: