Passa ai contenuti principali

Ascolti di dicembre 2016

Di seguito trovate cosa ho ascoltato piú o meno intensamente a Dicembre.
Ho ascoltato spesso (beh, relativamente, vista la durata) The similitude of a dream della The Neal Morse band che peró non trovate nei link qui sotto perché online non si trova, poi i nuovi di Metallica, Green day (che ho acquistato in edizione fisica) e ancora Beth Hart. Sempre Anggun (piú vari suoni di piogge) nelle ore notturne e in cuffia per contrastare i rumori molesti volentieri dal piano di sopra (cambieró nuovamente casa a breve), Wish you were here dei Pink floyd per avere un po' di quiete durante il tragitto in metropolitana e i Pay, band punk italiana che mi ha consigliato un amico. Veramente gradevole il concept album su Federico III.

In questo momento sono in Italia e ho deciso di rispolverare la mia vecchia collezione di musicassette. Sto ascoltando quindi le compilation piú allucinanti e vecchi dischi che non sentivo da un botto di tempo: in questo secondo sto ascoltando il vecchio "tribute" di Ozzy Osbourne, con un grande Randy Rhoads, la cassetta precedente era un'improbabile compilation di vecchie b-sides degli Iron Maiden (mi piacciono molto, stranamente, quelle con Blaze) e qualche album di Bruce Springsteen. Mi stupisco che le musicassette abbiano conservato grosso modo la stessa qualitá sonora di 20 anni fa. Misteri del mondo.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

I piú cliccati della settimana

Recensione: Magni animi viri - Heroes Temporis, World edition (2016)

Videorecensione: Foo fighters - Sonic Highways

Top 10: Canzoni rilassanti

Top 10: canzoni tristi