18/01/18

La scheda - Blue Cash


Bio:
I Blue Cash nascono come band da intrattenimento, da festa, suonando rock'n'roll, blues, country, bitols e derivati. Senza soccombere agli stilemi delle cover band trovano da subito un proprio sound, fatto anche di psichedelia, chitarre acustiche che diventano astronavi e una sezione ritmica tanto acustica quanto grintosa. È inevitabile quindi la maturazione del gruppo, che inizia a comporre e produrre i propri brani originali, che oramai sono l'essenza dei loro concerti.



Genere:
Nella musica dei BC c'è una gran varietà di elementi, ma riassumendo direi che lo slogan più adatto è country punk psichedelico.

Line up attuale:
Alessandro Mansutti – batteria e saggezza fuori luogo e non richiesta
Marzio Tomada – contrabbasso voce e dove andiamo a mangiare adesso
Alan Malusà Magno – chitarra voce e dietologo
Andrea Faidutti – chitarra voce e dimenticarsi degli appuntamenti in radio

Album/ep/demo all'attivo:
Blue Cash – omonimo
Blue Cash – When She Will Come (Toks Records – Music Force)

Influenze:
Il nostro mentore è Johnny Cash, che dall'aldilà ci consiglia con il suo vocione. Se avesse duettato con i Beatles nel 1967 sarebbe uscito qualcosa di simile alla nostra musica.



Di cosa parlano i vostri testi:

Se il primo disco parlava d'amore, il secondo parla di morte. Il tutto con ironia, attraverso storie di gente come noi o, a volte, proprio noi. Raccontiamo la paura e il coraggio che ci vuole per affrontare la vita di tutti i giorni senza rinunciare ai propri sogni e alle proprie speranze, senza abbattersi di fronte ai propri fallimenti o esagerare nel compiacersi dei propri successi, ricordandosi che di tutto si può ridere e che sempre si può cantar!

Esibizione live che ricorderete per molto tempo:
Un concerto di anni fa al Paradiso Perduto a Venezia in cui You Really Got Me dei Kinks è diventata vera e propria techno. Pubblico in delirio, ma al locale non ci hanno più voluti... Noi comunque non abbiamo perso la cattiva abitudine di trasformare i brani, soprattutto i nostri, in dei deliri psichedelici... sembra che alla gente piaccia!

Un aneddoto divertente capitato on stage o in studio:

Nel primo disco abbiamo ringraziato la toilette di Alan... ma forse non è il caso di analizzare i dettagli. Il poeta comunque dice che “dal letame nascono i fiori”...

I vostri dischi preferiti in assoluto:

In ordine: When She Will Come, dei Blue Cash e Blue Cash, dei Blue Cash. Poi forse citerei Live at Folsom di Johnny Cash e Nevermind dei Nirvana.

Citatemi un album che pensate siate gli unici al mondo ad apprezzare:
Hm, c'è qualcuno che ha mai sentito un disco intero di Van Morrison a parte Alan? Forse Alessandro...



Un musicista che vorreste incontrare:
Probabilmente non Yoko Ono.

Cosa chiedereste nel vostro backstage se foste la band più importante del pianeta:
Di non far entrare Yoko Ono per nessuna ragione al mondo. Ci sarà stato anche un motivo per innamorarsi di lei, ma non ne vogliamo sapere niente.

https://www.facebook.com/BLUE-CASH-231030763760569/