31/07/18

Recensione: Michael Romeo – War Of The Worlds / Pt.1 (2018)


Davvero una bella sorpresa questo disco solista di Michael Romeo (conosciuto al grande pubblico per essere il chitarrista/compositore dei Symphony X, per i pochi che non lo sapessero). Beh, bella sorpresa relativamente perchè ero rimasto piacevolmente colpito dai singoli che diverse settimane fa avevano anticipato l'album: Djinn e soprattutto Black mi hanno convinto sin dal primo ascolto.

Ma, come dico sempre, andiamo per gradi: i componenti della band, oltre al "capo" Michael sono il cantante Rick Castellano, il sempre quotatissimo batterista John Macaluso e John DeServio (Black Label Society) al basso.

Lo scoglio piú ostico da superare, quando mi approccio ad una nuova band, é il cantante, ma devo dire che Rick Castellano é uno di quelli che fanno al caso mio in quanto fa sempre della melodia il suo punto di forza. Come timbro mi ha ricordato l'attuale Sebastian Bach (senza gli eccessi), se dovessi proprio azzardare un paragone.

Venendo al disco, non è difficile intuire dal titolo che War Of The Worlds / Pt.1 è chiaramente la prima parte di un'opera musicale ispirata alla famosissima "La guerra dei mondi" di Wells e non è neanche difficile notare, mentre lo si ascolta, che questo disco è un concept. Ci rimango sempre un po' male quando i concept non suonano effettivamente come tali, mentre in più occasioni questo disco ci fa capire che lo è, vedi Introduction o F*cking Robots, o diversi frangenti di canzone che suonano come una colonna sonora, con tanto di orchestrazioni pompose ed efficaci (Believe, War Machine, Constellations).

Se devo trovarci un difetto, questo disco potrebbe comunicare un po' di freddezza generale a causa principalmente di una produzione equilibrata ma che a volte suona un po' troppo compressa e glaciale, probabilmente per tenere fede alle atmosfere del concept. A parte questo, un disco notevolissimo dal punto di vista tecnico e della composizione e che scorre molto bene senza punti deboli nonostante la sua complessitá, quindi complimenti a Michael Romeo.

Aspetteró con ansia il secondo capitolo. Nel frattempo mi sa che continueró ad ascoltare questa primo per un bel pó.

Voto 72/100

Top tracks: Fear the unknown, Black, Djinn

Tracklist:
1) Introduction
2) Fear The Unknown
3) Black
4) F*cking Robots
5) Djinn
6) Believe
7) Differences
8) War Machine
9) Oblivion
10) Constellations

Post Edit: