Follow by Email

12/09/19

La scheda: Simone Piva e i viola velluto



Bio:
Band friulana capitanata da Simone Piva con 6 album all’attivo e che fa del suo genere western un’unicità a livello nazionale. Attivi dal 2009, propongono nel 2019 il loro nuovo album “Fabbriche, polvere e un campanile nel mezzo” per le etichette Toks Records e Music Force.

Genere: 
Rock cantautorale Western

Line up attuale: 
Simone Piva (voce e chitarra)
Alan Liberale (batteria e percussioni)
Luca Zuliani (contrabbasso)
Federico Mansutti (trombe)
Michele Pirona (chitarra acustica)

Album/ ep /demo all'attivo:
2009 – Trattato postumo di una sbornia
2011 – Ci vuole fegato per vivere
2013 – Polaroid…di una vecchia modernità
2015 – SP&IVV
2017 – Il bastardo
2019 - Fabbriche, polvere e un campanile nel mezzo.


Influenze:
Ennio Morricone, Sergio Leone, Sergio Corbucci.

Di cosa parlano i tuoi testi:
Parlano della realtà che mi circonda, di ciò che provo e sento.

Esibizione live che ricorderai per molto tempo:
una delle ultime esibizioni, presso il locale “Filling Station Motel” a Udine, dove ho aperto il concerto di Omar Pedrini.

Un aneddoto divertente capitato on stage o in studio:
Una volta ho litigato con i componenti della band così tanto da quasi metterci le mani addosso. Poi però è iniziato il concerto e ci siamo così tanto divertiti che alla fine non sapevamo neanche più perché avevamo litigato. La musica sa sempre come farti stare bene.

I tuoi dischi preferiti in assoluto:
In Utero dei Nirvana, Baby I’m bored di Evan Dando, Come è profondo il mare di Lucio Dalla.

Citami un album che pensi essere l’unico al mondo ad apprezzare:
Into The pink dei Verbena

Un musicista che vorresti incontrare:
Dave Grohl

Cosa chiederesti nel tuo backstage se fossi l’artista rock più importante del pianeta:

Un televisore per guardare film western

Contatti:
www.musicforce.it/catalogo-produzioni/2027-simone-piva-e-i-viola-velluto-fabbriche-polvere-e-un-campanile-nel-mezzo