11/12/12

Recensione - Green day: Tre! (2012)

E questa sarebbe la fine della trilogia? Uno, dos e tre sarebbe una trilogia? Tse. Anche Trè cool in copertina, sembra essere d'accordo con me, guardate che faccia che ha!
La domanda che mi faccio é sempre la solita: che senso ha, artisticamente, pubblicare tre dischi pieni di riempitivi, quando con quel materiale potevi pubblicare tranquillamente un ottimo disco da rimandare ai posteri (giudicatori delle ardue sentenze e dei buoni dischi)?
La domanda assume un altro senso se si guarda il conto in banca, ovviamente.

Critiche alla "trilogia" a parte (trilogia, tse), questo Tre! è nettamente il peggiore dei Tre (scusate il gioco di parole). Uno e Dos si somigliavano molto: molte canzoncine carine, qualche altra da buttare nel dimenticatoio e poche altre non buone neanche per il dimenticatoio (Kill the dj e Nightlife me le sogno la notte!). In Tre! la storia funziona diversamente: il dimenticatoio è li appostato che aspetta quasi tutti i brani. "Ciao, sono il dimenticatoio, felice di conoscerti".

L'apertura del disco è spiazzante, Brutal love, una semiballad, per nulla epocale, ci fa temere che la noia ci accompagnerà per tutta la durata del disco. Sará cosí? Assolutamente sí. Poche idee per le 12 canzoni, spesso ci ritroviamo ad ascoltare le stesse frasi e gli stessi motivetti per tutta la durata di esse: Drama queen é uguale per tutto il primo minuto (ne dura 3),  99 revolutions dove Billie Joe ha registrato una volta la frase "99 revolutions tonight" e con uno splendido copia incolla ha ottenuto 2 minuti di canzone, Walk Away (dove arrivati al terzo minuto preferireste andare a scopare il mare piuttosto che sentire di nuovo l'espressione Walk away) la conclusiva The forgotten (colonna sonora di uno dei 60 film di Twilight) che ha delle orchestrazioni niente male, ma é di una noia mortale (e l'assolo ha la struttura di quello Slash su Knockin on heaven's door) . L'unico pezzo degno di nota di quest'album é Dirty rotten bastard, probabilmente l'unico pezzo scritto in piú di 6 minuti, dove quantomeno ci sono delle idee e della grinta. Per il resto, buio totale.

Green day, smettetela di scrivere le canzoni in 2 minuti e alzate la distorsione alle chitarre. E soprattutto, non vi azzardate a fare piú trilogie come questa.

Se siete curiosi:
Recensione Uno!
Recensione Dos!
Recensione Tre! (è questa!)

Voto 4,5

Top song: Dirty rotten bastard
Skip song: 99 Revolutions, Drama queen, The forgotten

Tracklist:
1. Brutal Love
2. Missing You
3. 8th Avenue Serenade
4. Drama Queen
5. X-Kid
  • 6. Sex, Drugs & Violence
  • 7. A Little Boy Named Train
  • 8. Amanda
  • 9. Walk Away
  • 10. Dirty Rotten Bastards
  • 11. 99 Revolutions
  • 12. The Forgotten
  •  
  • Share: