09/01/13

La discografia (semiseria): Metallica

Per la serie "Le discografie semiserie" é la volta dei 4 cavalieri dell'apocalisse. Dai capolavori della prima parte della carriera alle ciofeche memorabili. Enjoy!

Kill'em all (1983)

Ribattezzato "Chillu é mollu" dai napoletani, Kill'em all é il debut della band.
Dave Mustaine viene allontanato a cazzotti e James Hetfield viene gettato di fronte al microfono: "canta!". Le canzoni sono grezze e la registrazione sembra fatta con un registratore a cassette, ma ai metallari brutti e cattivi questa cosa piace. Non sono brutto e cattivo, ma piace anche a me.
Voto 78/100
Top songs: Hit the lights, Whiplash, Seek & destroy


Ride The lightning (1984)

Copertina di gusto dubbio, ma album che continua a far salire la parabola dei Metallica (boh!). Registrazione ancora grezza e James Hetfield non ha ancora imparato a cantare, ma di fronte a certe canzoni (giustamente) la gente non ci fa caso. Piripipiripipiripipipi (il riff di For whom the bell tolls)
Voto 88/100
Top songs: For whom the bell tolls, fade to black, Creepin' death

Master of puppets (1986)

L'album thrash piú importante della storia della musica. Chi lo dice? Io, come "chi lo dice"?
La qualitá della copertina migliora, cosí come il sound generale e (leggerissimamente) la voce di James Hetfield. La copertina non infonde molto ottimismo e Orion faceva sempre addormentare un mio amico, ma va bene lo stesso.
Voto 94/100
Top songs: Battery, Master of puppets, Welcome home (sanitarium)

...And justice for All (1988)

Jason Newsted sostituisce lo scomparso Cliff Burton e il basso non si sente piú. "Si si, suona quello che vuoi Jason, bravo, bravissimo". Questo disco nel complesso é un po' una martellata negli zebedei, tanti buonissimi pezzi, ma nel complesso un po' troppo lungo e monolitico. E James Heftield continua a cantare maluccio. Peró c'é One!
Voto 73/100
Top songs: One, Blackened, Harvester of sorrow

Metallica (1991)

Arriva il produttore Bob Rock che alza il volume del basso di Jason e fa cantare James Hetfield come si deve, complice la produzione spettacolare. I Metallica grazie a quest'album (e al successivo, infinito, tour planetario) si compreranno almeno 80 villone a testa, ma se lo meritano, guardate che razza di canzoni ci sono in quest'album!
Voto 95/100
Top Songs: Enter Sandman, The unforgiven, Nothing else matters

Load (1996)

Mettiamola cosí: se Load fosse stato scritto da un gruppo sconosciuto sarebbe stato portato in trionfo, ma siccome i Metallica ci hanno abituato ad un altro tipo di musica, il disco é stato massacrato da quasi tutti. Ignari di cosa sarebbe venuto dopo. Ah, la copertina é sangue mischiato a sperma. Sempre meglio degli spaghetti dei Guns n' roses. Forse. James Hetfield canta benissimo.
Voto 70/100
Top songs: Ain't my bitch, Until it sleeps, Mama said

Reload (1997)

La band ha la fantastica idea di pubblicare questo disco composto da scarti del precedente, che giá un capolavoro non era. Molti metallari, alla visione del videoclip del singolo The memory remains con l'attempata Marianne Faithfull ai cori, hanno gettato, sconfortati, il televisore dalla finestra.
Voto 45/100
Top songs: Fuel  (e se questa é una top song, figuratevi le altre...)
Skip songs: le altre

St. Anger (2003)

Il gruppo entra in sala prove per fare un disco alla vecchia maniera, ma si accorge che non sa piú suonare e comporre una nota decente manco ammazzati. Il risutato di miliardi di prove e litigate in studio é St.anger. Ho giá fatto una recensione al disco (che parolone), la trovate qui.
Voto 45/100
Top songs: Frantic, St. Anger
Skip songs: quasi tutte le altre

Death Magnetic (2008)

Diciamo che piú in basso di St. anger e di Reload non si poteva andare, i Metallica provano a ritornare al thrash puro e il risultato é piú che accettabile, accostabile a ...And Justice for All, in scala decisamente minore, ovviamente (lo dico per salvarmi la vita). Al basso c'é Trujillo e, almeno a lui, non hanno azzerato il volume. Lui ringrazia. La copertina? Somiglia a..
Voto 65/100
Top songs: That Was Just Your Life, My Apocalypse  

Hardwired… To Self-Destruct (2016)


I Metallica si sono accorti che non pubblicano un disco da 34 anni e si rimettono al lavoro. La produzione é il migliore da molti anni a questa parte (ma solo perché pubblicano un disco ogni morte di papa), James canta benissimo e ci sono pezzi sorprendentemente molto belli. Ulrich e compagni hanno peró deciso di rovinare tutto inserendo un sacco di pezzi noiosi allungando senza motivo il disco allo sfinimento. Mannaggia a loro. Ah Scusate l'icona grande.
Voto 67/100
Top tracks Hardwired, Moth into flame, Spit out the bone.

Vi lascio con il primo video che mi suggerisce YouTube, Nothing else matters.