24/10/13

La playlist scomoda: Megadeth

Benvenuti ad una nuova puntata de "la playlist scomoda", rubrica inutilissima a patto che voi non vogliate:

1) Sapere quali siano i miei pezzi preferiti in assoluto di una band in particolare (ne dubito).
b) Conoscere qualcosa in più della band presa in esame.
3) Perdere un po' di tempo su internet perchè non sapete dove sbattere la testa.
d) Varie ed eventuali.
f) Provare a psicanalizzare il sottoscritto, sul perchè crea queste rubriche di merda.

Il termine "scomoda" è perchè non sarà una vera e propria Playlist continuativa, ma perchè dovrete attivare 10 video diversi per ascoltare tutte le canzoni.

Per una godere appieno di una buona qualitá audio/video vi consiglio sempre di cercare le copie originali.

I Megadeth!

10) 1000 times goodbye (da The world needs a hero)
No, pur non essendo male, la canzone non merita di stare in questa playlist, ma neanche per sogno. Peró non volevo privarvi di farvi fare 4 risate con Mustaine che fa il neomelodico e inserisce delle telefonate con la ragazza che lo lascia.
Ho trovato anche il lyric video, cosí i non anglofoni non si perderanno neanche una parola delle telefonate. Cliccate sotto e godetevela!



9) The scorpion (da The system has failed)
Chi é lo scorpione? La donna di Mustaine? Il governo? La droga? La suocera di Ellefson? Lo scorpione? Comunque, la canzone stavolta merita in toto, bella doppia voce costante e grandissimo chorus. Cliccate sul titolo e potrete ascoltarla. Olé

8) Angry again (Last action hero OST)
Pure le colonne sonore vi trovo! Si, perché Angry again non si trova in nessun album ufficiale, ed é un peccato perché sarebbe la migliore traccia di molti dischi della band. Pure con i sottotitoli in italiano... ma dove lo trovate uno come me! Eh?


 
7) Peace sells (da Peace sells...) 
Il giro di basso di Ellefson é uno dei piú famosi del panorama metal e Megadave fa l'anarchico incazzato che se la prende con i governi, le corporazioni e con tutti quelli con cui se la puó prendere. puputumpumpupimpuputimpimputumputipimpu (il giro di basso). Vi propongo una versione live perché il suono di quella dell'album non mi piace granché. Cavallo di battaglia in tutti i live.

6) She-wolf (Da cryptic writings)
Mustaine ha un conto aperto con le donne (probabilmente anche in banca). Questa dovrebbe essere dedicata ad una ex moglie di un suo ex amico. Boh. Il poco rancoroso testo comincia con  "The mother of all that is evil...Her lips are poisonous venom". Chiaro, no?

5) Reckoning day (da Youthanasia)
Ennesimo titolo estremamente poco rancoroso per la bella opening track di Youthanasia, che peró nel testo dice di non volere vendette cose del genere. Boh, chi lo capisce é bravo. Vi posto una versione live da un Woodstock di quasi 20 anni fa. Dave ha i capelli tagliati con il righello.


4) Tornado of souls (da Rust in peace)
A molti non piace Mustaine come cantante e Mustaine stesso afferma di non essere un grande cantante. Probabilmente sará cosí, ma, per quanto mi riguarda, quando canta al suo meglio, riesce ad emozionare e ad essere incisivo come pochi. Sta versione live di Tornado of souls é una bomba, ci sono anche Friedman e Menza! Cliccate play, cha aspettate, cazzo!


 
3) Skin o' my teeth (da Countdown to extinction)
Guardatelo (cliccando sul titolo sopra) quanto é arrogante e altezzoso quando canta sta canzone, l'opener del mio album preferito Countdown to extinction. Prima di un concerto Mustaine descrisse cosí la canzone: "questa canzone riguarda tutte le volte che ho provato ad uccidermi e non sono riuscito a farcela, questa é Skin o' My teeth!' Una volta peró si piegó ad MTV e, prima di un'esibizione per l'emittente, gli venne intimato di non parlare di suicidi e roba del genere, lui, dal palco, se ne uscí con: "questa canzone non riguarda il suicidio" e cominció...

2) Sweating bullets (da Countdown to extinction)
L'apoteosi della follia, Mustaine parla con se stesso con voce schizofrenica (che poi é la sua naturale). Effettivamente di Mustaine ce ne sono 3 o 4, pensate che delirio. Penso che il video descriva il tutto fin troppo bene, non c'é bisogno di ulteriori spiegazioni. Il video é la versione breve della canzone, ma non lamentatevi, ok?

1) Hangar 18 (da Rust in peace)
Sentirla come sigla di apertura nella videorubrica della Gazzetta dello sport del lunedí mi fa spaccare dalle risate ogni singolo inizio di settimana, trovare una sigla inappropriata come questa é difficile. In ogni caso..
Negli anni, posso dire che é la mia preferita dei Megadeth, la che riascolto sempre con piú piacere delle altre, merito di una prima parte con un giro di chitarra magnifico (é quello di The call of Ktulu dei Metallica, per chi non lo sapesse) e di una seconda parte che é l'apoteosi di soli e passaggi di batteria. Il meglio della band, in quel momento.
Signore e signori, hangar 18! (quando fate parte la canzone pensate all'immagine della gazzetta dello sport)

Share: