15/05/14

Recensione: Dio - Live in London, Hammersmith Apollo 1993 (2014)

Se il buon Ronnie non fosse morto questo live avrebbe mai visto la luce?
Probabilmente no, peró quando la proposta musicale é di cosí alta qualitá, si perdona tutto, no? Se conoscete la carriera del "folletto", in realtá c'é ben poco da dire e da spiegare riguardo questo live del 1993, registrato presso la bellissima Hammersmith apollo di Londra. Parlando di performance vocali? Beh, stiamo parlando di una delle piú belle voci di sempre e, come detto prima, c'é poco da dire: praticamente perfetto. Penso di poter affermare con tranquillitá che Ronnie non é(ra) uno che usava "sortilegi" in studio, quando ascolti un live di RJD, sai che quello che senti é quello che ha realmente cantato.

Il tour é quello del non fortunatissimo album Strange Highways, la scaletta é molto varia e comprende vari pezzi dall'album citato, del resto della discografia solista con, ovviamente, l'inserimento obbligato di alcuni classici delle "vecchie" band Black Sabbath e Rainbow. I compagni di sventura che lo accompagnavano in questo tour erano: dietro le pelli il sempre presente Vinnie Appice, Jeff Pilson al basso e Tracy G alla chitarra.

Da segnalare, per quanto riguarda la setlist, una Don't talk to strangers che probabilmente é la mia canzone preferita di RJD... una dove tira fuori l'immenso fuoco metal che ha. Per chi si fosse perso sulla discutibile espressione "fuoco metal", basta ascoltare le frasi Hey you... You know me... you touch me...I'm real... Vi siete fatti un'idea? Ecco. Proseguendo con l'ascolto, una Pain con un magnifico assolo di chitarra centrale e con delle vocals di una intensitá rara, seguita da una serie di "sempreverdi" con suoni decisamente robusti, piú robusti del solito: Children of the sea, Holy diver, Heaven & Hell (in medley) e Rainbow in the dark, tra le altre.

Seriamente, non c'é molto da dire. Se non conoscete la maggior parte di queste canzoni (mannaggia a voi), potrebbe essere un ottimo prodotto dal quale cominciare. Se, invece, siete dei fan di RJD, sapete benissimo cosa aspettarvi. In positivo, ovviamente.

Top tracks: Don't Talk To Strangers, Pain, Children of the sea

Tracklist:
01. Stand Up And Shout
02. Strange Highways
03. Don't Talk To Strangers
04. Evilution
05. Pain (with guitar solo)
06. The Mob Rules
07. Children Of The Sea
08. Holy Diver
09. Heaven And Hell
10. Man On The Silver Mountain
11. Drum Solo
12. Heaven And Hell (reprise)
13. Jesus Mary & The Holy Ghost
14. Hollywood Black
15. The Last In Line
16. Rainbow In The Dark
17. We Rock
18. Here's To You

Share: