29/06/14

Recensione: R.e.m. - Unplugged 1991-2001 The complete sessions (2014)


I R.e.m, ahinoi, hanno deciso di sciogliersi, quindi via con le pubblicazioni postume.
Ecco quindi questo Unplugged, anzi questi Unplugged, perché come facilmente intuibile dal titolo sono due, uno del 1991 e uno del 2001. Non ci voleva un genio per capirlo. Nel caso vogliate inquadrare i due show a livello discografico, sappiate che sono stati realizzati dopo “Out of time” e dopo “Reveal". Li avete inquadrati adesso? Bene. Pubblicati in vinile per l'occasione del Record store day, potete adesso trovarli nel vostro negozio di fiducia, ammesso che sia ancora aperto.

27/06/14

Top 20: ballads (Part 1)

Ma davvero mancava la classifica piú banale di tutte, ovvero quella delle ballad? Non preoccupatevi, rimediamo subito.

Eccola. Prendetela con le pinze, ovviamente... Sono gusti personali, non mi odiate, ad alcune sono proprio affezionato. Anche qui potevo fare una top 500 viste quante ballad meravigliose ci sono. Per sceglierne solo 20 non ho dormito per settimane. Vale sempre la regola di una canzone per band. Se non vedete il rispettivo video, cliccate sul titolo e vi apparirà come per magia.

Eccole qui:

20) Annihilator - Phoenix rising
Partiamo con un pezzo che non in tantissimi conoscono, dal bellissimo album Set the world on fire. Ricordo che la ascoltavo parecchio ai tempi della scuola e riuscí a farla amare anche ai miei compagni di classe. Quelli che ascoltavano merda, per intenderci.



19) Ozzy Osbourne/Lita Ford - Close my eyes forever
Credo che neanche questa sia troppo famosa, nonostante sia cantata da due grandissimi. Certo, un balzo sulla sedia é inevitabile quando la voce del signor Osbourne si sostituisce a quella della delicata Lita Ford. Inoltre, l'inquadratura di Ozzy al minuto 2.39 é da codice penale e fa piú paura de "la casa 1,2,3,4,5" messi insieme.

18) Queensryche - Silent lucidity
Avevo giá nominato questa canzone nella classifica delle canzoni rilassanti. Non amo ripetermi, ma era un peccato non inserirla in questa classifica. Canzone dal (per me) sopravvalutatissimo album Empire che mi ha catturato dopo diversi anni e che ora giudico un must della band. L'arpeggio iniziale é tanto semplice quanto genuino (e che é, na brioscina?). Cacchio quento era magro Geoff Tate 20 anni fa.

17) U2 - One 
Su, dai, non fate i duri e puri. Dite quello che volete sugli U2 ma questa One per me é una perla. Poi sputtanata alla grande dalla inutilissima riedizione con Mary J Blidge, ma l'originale é proprio bella bella, a prescindere dalla simpatia per Bono e compagni.




16) Edguy - Scarlet rose
Da ragazzino non sapevo manco chi fossero gli Edguy, ma avevo una compilation fatta da un amico e c'era sta canzone che mi piaceva. Periodicamente la riascolto con il dubbio: "ma dai, ti piaceva perché eri "cciovane", invece la trovo superba pure oggi.


15) Extreme - More than words
Ogni volta che parlo di questa canzone un parte un brivido lungo la schiena. No, non é quello che pensate. Penso infatti alla versione di Luca Carboni e Jovanotti: "E' natale tutti i giorni o non é natale mai". Facciamo cosí, vi faccio vivere il mio brivido lungo la schiena, tanto More than words la conoscete tutti e penso siamo tutti d'accordo che é una gran canzone. La versione live in anteprima é agghiacciante.



14) Red hot chili peppers - Under the bridge
Non voglio nemmeno nominare la riedizione "femminile" (in qualche modo l'ho giá fatto), almeno quella qui sopra é comica o One degli U2 con mary J blidge conservava qualcosa dello spirito originale. Passando alla canzone... I red hot quando erano giovani, mamma mia che genialitá e mix di generi. Ma perché hanno scelto questa foto orrenda come anteprima ufficiale dei loro video? Chi l'ha scelta? Flea dopo 4 bottiglie di Jagermeister

13) Bon Jovi - Bed of Roses
Abbastanza leccaculo come gruppo e come canzone, lo ammetto. Peró con le ballad ci sono fare eccome. Avrei potuto (forse dovuto) scegliere Always, ma gli ho sempre preferito questa, nonostante qualche versione dal vivo sia agghiacciante. Spero mi perdonerete, negli anni.




12) Queen - Who wants to live forever 
Una ballad atipica con un sapore epico di fondo (il merito va di certo anche al film Highlander) con un video dove Freddie Mercury é vestito come un principe "totale" (Cit Fantozzi) e nell'inquadratura successiva Roger Taylor ha un giubotto di Jeans del mercato. Epico anche l'assolo: con 3 note, Brian May distrugge tutto.

11) Guns n' roses - Don't cry
Forse un po' troppo inflazionata come canzone, ma il suo valore é indiscutibile, nonostante il finale osceno con 30 secondi di iaiiiiaiiiaiaiiiiiooooooiiiiiioooiiiiiieeeeeaaaahhhhhh. Per i pochi che non lo sapessero, la canzone é disponibile in due versioni con due testi (e con due linee vocali) differenti. Pubblico forse quella meno conosciuta, sperando di farvi dire: "cazzo, non l'avevo mai sentita". Ci sono riuscito? Ok, no. Questa che vi posto secondo me é piú di gusto, ma la prima funziona meglio.

(continua...)

25/06/14

Live report: Angra - Underworld, London 24/06/14

Arrivo a Camden town verso le 19.30, mi incontro con degli amici e ci dirigiamo dalle immancabili ali di pollo fritte che mi faranno compagnia (nello stomaco) prima di Entrare all'underworld, locale praticamente attaccato alla fermata metro di Camden Town (per l'appunto).

Entrando, notiamo che Fabio Lione si aggira indisturbato per il locale. "Giovanni, andiamo a beccarlo", penso tra me e me. Operazione compiuta in parte: lo saluto e gli do il cinque ma poi scappa. Ok, ci riproviamo no? Lo ribecco una ventina di minuti dopo: "Fabio volevo farmi una foto con te", lui molto garbatamente accetta e io, nel frattempo, gli faccio qualche commento pseudo tecnico e qualche apprezzamente (vero) sul suo ingresso negli Angra. Lui sembra gradire e si intrattiene a parlare con il sottoscritto facendosi scappare qualche informazione confidenziale e tante altre curiositá estremamente interessanti, finendo il discorso con "rimanga tra me e te". Non so perchè l'abbia fatto, magari gli ho ispirato fiducia. Alla luce di quanto mi ha detto potrei fare un articolone pieno di scoop, ma, Fabio, sono un uomo di parola e se ti avevo detto che rimaneva tra me e te, rimane tra me e te. Quindi addio all'articolone. Pero', almeno, mi "sparo" la foto con lui.

No, non mi sta mandando un bacio nè mi sta sputando.

Venendo alla musica: la band che precede gli Angra sono gli Stormborn, onesta band power metal con buone individualità e con un cantante con un'ottima estensione vocale. Oltre al loro buon repertorio eseguono un paio di cover, Paradise degli Stratovarius e Flight of Icarus dei Maiden. Ottimo gruppo spalla. Non mi sbilancio di più perchè non li ho visti con attenzione, in quanto ero qui sopra quando stavano suonando.

ANGRA
Sono le 21 e dopo una intro un po' monotona si parte in quarta con Angel's Cry, una delle migliori canzoni della band brasiliana... non si può chiedere di meglio. I suoni sono abbastanza puliti e chiari e la band è in palla e sorridente con Fabio (ormai siamo amici) che entra subito in contatto con il pubblico londinese (contaminato da tanti italiani e brasiliani). La scaletta non sarà molto lunga, ma sarà decisamente buona e pescherà da varie parti della discografia. Ahime, mancherà la mia amata Make Believe, ma lo sapevo già, ormai mi sono rassegnato.

Dal vivo stupiscono ancora di più il chitarrista Bittencourt (che mi ha dato l'impressione di essere il vero cuore della band) e il basso di Felipe Andreoli, una vera macchina con il suo basso a 6 corde. Parlare di Kiko Loureiro è facile, essendo quello più appariscente dal punto di vista musicale. Ottimo il nuovo batterista, l'appena entrato Bruno Valverde che sembrava fosse li già da parecchio tempo. Di Fabio Lione ho giá detto che il suo impatto con gli Angra mi è piaciuto un sacco e anche stasera me lo ha confermato con un'ottima prestazione. Ah, mi piacciono un sacco i suoi acuti-spaccaorecchi e gliel'ho pure detto.
Dicevo, è molto buono il suo impatto con il pubblico che risponde abbastanza bene: Fabio coinvolge tutti a cantare nei ritornelli e tra una canzone e l'altra intrattiene parlando spesso dell'eliminazione della nazionale di calcio avvenuta un paio di ore prima. Si è anche concesso ad una "sfida" di canto con il pubblico (quelle per cui è famoso Freddie Mercury, per intenderci) e si è lasciato anche andare ad una breve versione di Nessun Dorma. Eccola qui sotto.


La scaletta, dicevo, non è generosissima, (il concerto durerà 1 ora e mezza) ma è molto ben realizzata per accontentare un po' tutti. Si passa da Time e Lisbon della Matos-era a Millennium sun e Spread your fire della Falaschi-era. Da segnalare una bella Gentle Change, presentata da Fabio come una delle sue preferite e The voice commanding you cantata (discretamente) dal chitarrista Bittencourt.
Si arriva verso la parte finale dello show con un'ottima Rebirth (con Fabio Lione che prima di cominciarla ha fatto il marpione con una ragazza in prima fila, dicendole di avere la voce di Pavarotti. Cosa assolutamente non vera, ovviamente.) e si finisce con il bis Carry on in medley con Nova Era, due tra le mie preferite in assoluto. Peccato solo non aver sentito il finale di Carry on, eppure avevo detto a Fabio che mi piace un sacco come lo canta. Potevano cambiare la scaletta dopo questa mia osservazione, no? (Scherzo ovviamente)

Gli Angra hanno offerto un ottimo spettacolo. Certo, l'Uderworld è un posto dalle dimensioni ristrette e non ci puoi certo sparare fuochi d'artificio o mettere maxi schermi, ma la band è stata ottima ugualmente. Ho apprezzato soprattutto l'interazione con il pubblico e il fatto di essere sorridenti e disponibili. Per il resto,  le canzoni le conoscevamo già, così come conoscevamo la qualità eccelsa dei singoli musicisti.
Gran bella serata, beccatevi un mio inutile saluto in video e la scaletta completa della serata.


22/06/14

Chiedilo a Given to rock - 06/14

E' il momento di rispondere nuovamente a qualche domanda arrivata attraverso i social media. Diamo uno sguardo anche ai prossimi live report (e ai biglietti dei concerti). Adesso la smetto di scrivere perchè devo uscire. Ciao.

19/06/14

La discografia (semiseria): Bruce Dickinson

Tattoed millionaire (1990)
Bruce Dickinson si comincia a stancare degli Iron Maiden e dell'heavy metal in generale e si rifugia in questo disco solista (scritto a 4 mani con l'assennato Janick Gers) fatto di un Hard rock di facile ascolto. Il risultato non é troppo male, c'é qualche buon pezzo, ma non é proprio da incidere sulla lapide, nonostante non sia stato accolto cosí male dal grande pubblico. Bruce non vuole essere un milionario tatuato, dice nella title track. Beh, continuando su questa strada avrebbe perso l'80% dei fan, secondo me. Da Cazzoinfiglio (cit. mio amico Alfio), ci si aspettava qualcosa in piú.
Voto 57/100
Top tracks: Son of a gun, Tattoed Millionaire, Born in 58

17/06/14

Videointervista: Hellettrik

La prima intervista live (nel senso che intervistatore e intervistato sono nello stesso luogo) di Given to rock.

Direttamente dal garage degli Hellettrik, facciamo due chiacchere con loro e ascoltiamo in anteprima qualche estratto del prossimo album. Enjoy!

16/06/14

Recensione: Jack White - Lazaretto (2014)


Lo dico subito: non sono per nulla un fan di Jack White ma riconosco il suo talento ed il suo estremo gusto musicale. Detto ció, possiamo cominciare.
Per i pochi che non lo conoscessero, dato che siamo in clima di mondiali di calcio, vi dico che il "Popopopopopo po" che canticchiate (o sentite canticchiare) seguendo la nazionale, é opera sua. Ahhh ma é quello dei White Stripes con la batterista donna che non sa suonare? Esattamente, proprio lui.

14/06/14

Top 10: I migliori videoclip (part 2)

Dopo la prima parte (clicca per vederla) con le posizioni dalla 20 alla 11, ecco la seconda parte, con i video che dovrebbero essere i miei preferiti (ovviamente, sempre se non me ne scordo qualcuno).
Vediamo le prime dieci posizioni.

10) Paul McCartney - My valentine
La semplicità. Certo quando hai Johnny Depp (che molti chiamano Johnny DEEp, come dicono i mitici Elio e le storie tese) e Natalie Portman a disposizione puoi permetterti di fare un video del genere. Atmosfere rilassatissime con i due attori che "mimano" e cantano sottovoce la canzone. Soprattutto lei è sublime... Ok, mi piace Natalie Portman, va bene???


13/06/14

Intervista: Irreverence

Intervistiamo gli Irreverence, band Thrash/Death nostrana nata nel lontano 1995. Il loro nuovo album Shreds of Humanity é disponibile al grande pubblico e... facciamo quattro chiacchere con loro!
 

12/06/14

Limited editions!

Ritornato provvisoriamente in Italia, ho riabbracciato qualche mio vecchio amore. Parlo di Compact disc, ovviamente.

Video frettoloso e con il solito italiano approssimativo (sono affezionato e non posso fare a meno dei primi take senza prepararmi nulla... sappiate che il mio punto di riferimento é Aldo Biscardi), ma se siete appassionati di limited editions, forse potreste trovare qualcosa che vi potrebbe interessare. Nel caso non vi freghi nulla delle limited editions, al contrario, potete tranquillamente fare a meno di guardarlo.

Mannaggia a me che ho dimenticato di includere nel video un cartonato degli Skid Row introvabile comprato a Pizzo Calabro! Non scherzo!



10/06/14

Sebastian Bach imitatore

Un incredibile Sebastian Bach ha impersonato diversi cantanti nel celebre programma televisivo Sing your face off trasmesso dalla ABC. Ecco i video:

- Come Freddie Mercury
Certo, un Freddie Mercury così alto e con delle note lunghe (dal vivo) così pulite...


09/06/14

Ultimi discutibili acquisti

Una decina di giorni fa sono andato in un charity shop e ho comprato un po' di roba usuale e non...

07/06/14

Top 20: I migliori videoclip (part 1)

Videoclip che passione.
Ecco una carrellata di 20 video che mi piacciono assai assai. Questa è la prima puntata con le posizioni dalla 20 alla 11, il resto lo vedrete prossimamente (presto). Ah, anche per questa classifica vale la regola di sempre: 1 sola "entrata" per band.

Cominciamo:

03/06/14

Recensione: Kiss - 40 Years Of Decibels (2014)


Un altro Greatest hits dei Kiss? Non ce ne sono giá tanti? Ovviamente sí, ma per alcune band ogni occasione é buona per un greatest hits. "Oh ragazzi, mia madre ha fatto il compleanno, facciamo un greatest hits". In questo caso la band vuole festeggiare i propri 40 anni e l'ingresso nella Rock And Roll Hall Of Fame, non proprio poco, peró di raccolte ce ne stavano giá a sufficienza. Comunque, vediamo cosa ci propone la folta tracklist di questo 40 years of decibels.

02/06/14

Videointervista: Radio Zammú (Emilia Greco)

Oggi abbiamo il piacere di parlare con Emilia di Radio Zammú, radio dell'universitá di Catania.

Per una volta invertiamo i ruoli, sono loro che in genere fanno le domande... Emilia ci "spiegherá" un po' la radio, parlando dello staff, dei loro gusti musicali e di tanto altro.

Potrete anche ammirare per  la mia terribile tenda bianca (non l'ho comprata io, é del padrone di casa) e la scrivania che pulisco ogni 8 mesi.

Ma adesso ascoltiamo Emilia...




http://radiozammu.it/