Post

Flop 5: Metallica

Immagine
Stavolta in video, vi dico quali sono quelle che, grosso modo, sono le canzoni che meno preferisco dei Metallica.

Siete d'accordo? Quali sono le vostre?

Ascoltiamo insieme l'album Into the wild (Eddie Vedder)

Immagine
Ascoltiamo insieme la bella colonna sonora di Into the wild di Eddie Vedder con qualche passaggio pseudo filosofico del sottoscritto.

Scusate come sempre la faccia nell'anteprima (è la migliore delle tre che mi propone YouTube, vedete un po' voi) e buon ascolto. Che ne pensate dell'album?

Musica italiana: Ligabue - Ancora in piedi

Immagine
No, non é un altro pesce d'aprile (quello era il video di Elettra Lamborghini, se non lo avevate capito), ho pensato che poteva essere interessante un angolo dedicato alla musica italiana.

Vediamo come la prendete e se è il caso di continuare la rubrica. 
La cominciamo con Ancora in piedi, una delle mie canzoni preferite di Ligabue, artista che stimo molto fino ad un certo punto della sua carriera, con un sound quasi Hard rock.

Vi piace la canzone?

Recensione: Blaze Bayley - Live In Czech (2020)

Immagine
Ma quanto ci sta simpatico Blaze Bayley? Personaggio di una umiltá, semplicitá e coerenza davvero rara, il caro Blaze (famoso al grande pubblico per aver temporaneamente sostituito Bruce Dickinson negli Iron Maiden) ritorna con un album dal vivo dopo la discreta trilogia Infinite entanglement.
Questo live in Czeck é incentrato sulle ultime fatiche da studio ed é giustissimo che sia cosí, ma ci sará anche spazio per diverso materiale da altri album della sua carriera solista piú qualche immancabile canzone dei Maiden come Virus (bleah) e il trittico finale che vedremo dopo.

Blaze interagisce molto parlando l'inglese piú chiaro possibile e davvero molto lentamente (il pubblico non é madrelingua ed é sempre una bella cosa averlo chiaro) e sottolinea prima della bella Together We Can Move The Sun quanto i fans siano importanti per lui avendogli dato la forza di continuare in diversi momenti della sua vita e carriera. Prima di Life goes by invita anche a godersi sempre il momento al m…

Recensione: Biff Byford - School of Hard Knocks (2020)

Immagine
Quante volte mi é capitato nel corso degli ultimi anni di ripetere che la carretta, nel nostro caro mondo Hard N' Heavy, viene troppo spesso tirata da chi dovrebbe essere tranquillamente in pensione e non dalle nuove generazioni? Ecco, siamo davanti ad un ennesimo caso, l'ex frontman dei Saxon, Biff Byford, alla veneranda etá di 69 anni ci regala questo notevolissimo School of hard knocks, dalla copertina che mi ricorda particolarmente (o forse semplicemente cita) Wally. Avete presente quello che dovete cercare nella serie "Dov'é Wally?" Quello. Ma stiamo andando veramente fuori tema, adesso.

L'elemento che mi é piaciuto di piú in questo disco é la varietá, oltre alla qualitá delle canzoni stesse.
Non mancano le canzoni che ti aspetti da Biff, tipo l'opener, la title track (video a fondo pagina) e pezzi piú tamarri come Pedal to the metal o house of steel. Troviamo anche un pezzo strano e interlocutorio come Inquisitor e un pezzo piú epico con addirittur…

Ascoltiamo insieme Scenes from a memory (DREAM THEATER)

Immagine
Ascoltiamo insieme il mio album preferito di tutti i tempi?

Parliamo del capolavoro TOTALE (detto con tono fantozziano, come quando la voce fuori campo apostrofava il direttore megagalattico) Scenes from a memory dei Dream theater. 

Se non avete niente da fare e volete buttarvi in questa follia in compagnia del sottoscritto, cliccate pure play. In alternativa, potete solamenti dirmi che ne pensate dell'album. Oppure potete anche non fare niente di tutto ció, ci mancherebbe.

Ok, la smetto qui, l'ascolto dell'album mi ha provocato molta euforia, si vede?

La scheda: Wet Floor

Immagine
Breve descrizione/bio della band:
I Wet Floor sono una band garage-rock nata nel 2005.
Dopo essersi fatti le ossa con concerti nei locali dell’ hinterland milanese ed aver registrato due Ep, nel 2011 la band presenta il primo album autoprodotto dal titolo “L’effetto del curaro”.
Il disco ha portato la band sul palco del Magnolia, del Carroponte, fino alla partecipazione al MEI
Supersound.

Il 27 settembre 2014 viene pubblicato il primo lavoro ufficiale, “Profezia in 12 pezzi”, registrato al CRONO Sound Factory di Vimodrone con Simone Sproccati.
Il provocatorio album racconta di come media, religione, politica siano soliti creare degli idoli, far credere che qualcuno meglio di noi sappia guidarci, agire nel modo giusto e dirci come fare.
All’uscita dell’album segue il tour, che porta la band a suonare su molti palchi della Lombardia (Bloom, Carroponte, Circolo Ohibò tra gli altri), in apertura di alcune importanti band (Gazebo Penguins, Giorgio Canali, Voina, Giorgio Ciccarelli, Canova …
Given To Rock é un blog dedicato al Rock e alla musica Hard N'Heavy. Ideatore e principale scrittore (ma senza mai prendersi troppo sul serio) é Giovanni Gagliano, musicista residente a Londra.