Passa ai contenuti principali

Post

L'ologramma di Ronnie James Dio (video)

Non so cosa dire.

Di seguito vedrete il video con l'ologramma di Ronnie James Dio accompagnato dalla "sua" band ed é grosso modo quello che si vedrá nel tour che partirá dalla fine di quest'anno. Non so, forse potete aiutarmi voi perché io non so cosa dire... Sono affascinato ma nello stesso tempo spaventato. Ok, provo a razionalizzare un pochettino la situazione. Provo a razionalizzare andando a capo.

A livello tecnologico l'esperimento é sicuramente affascinante e ben riuscito e devo ammettere che probabilmente non mi dispiacerebbe neanche vederlo dal vivo se per un tempo limitato. Tradotto in parole povere: se durante un concerto dovessi vedere un paio di canzoni con l'ologramma di Ronnie di Freddie Mercury o di decine di altri artisti che purtroppo ci hanno lasciato devo ammettere che probabilmente la cosa non mi farebbe schifo. Al contrario, vedere un intero concerto con un cantante riproposto in digitale é una cosa che mi fa arricciare tutti i peli dell…
Post recenti

La scheda: Lithio

-Breve descrizione/bio della band:
La band nasce nel 2002 da un gruppo di ragazzi capitanati da Daniele Scardina, gli anni passano e cambiano varie formazioni sino a quando nel 2009 esce il primo disco Stato d'Anime che porta la band a girare tutta Italia. Nel 2012 dopo un'altro cambio di formazione esce le verità nascoste, un album dalle sonorità molto potenti che permette alla band di vincere numerosi concorsi tra cui “Battle of the band di Virgin Radio”. Nel 2016 esce il disco della maturità della band “Lithioland” che porta la band a suonare nei migliori locali d'Italia, ed al primo tour internazionale in Russia.

-Genere musicale:
Alternative Rock

-Line-up attuale:
Daniele Scardina: voce,
Walter Profeti: basso,
Matthieu Angbeletchy: chitarra,
Marco Benvenuti: chitarra,
Leonardo Mitidieri: batteria.

-Album/EP/Demo all'attivo:
2009: STATO D'ANIME
2012: LE VERITA' NASCOSTE
2016: LITHIOLAND

-Influenze:
Breaking Benjamin, Sevendust, Alterbridge, Staind, Five Finge…

Il lyric video di Star of Sirrah degli Ayreon

Il nuovo disco degli Ayreon di Arjen Lucassen sta per uscire: si chiamerá The Source e sará negli scaffali (e sulle varie piattaforme internet) il 28 di aprile. Ci sono giá delle anteprime e singoli vari sulla rete, ma volevo proporvi questo Lyric video che mi pare super interessante: solo in questo brano figurano, tra gli altri, cantanti come James LaBrie, Russell Allen, Hansi Kursch e Tobias Sammet. Non devo dirvi a che gruppi appartengono, vero?

Ho sempre trovato i progetti Ayreon un po' troppo complicati e "pieni di roba" per i miei gusti ma daró sicuramente un ascolto a questo nuovo disco perché ho adorato il suo ultimo progetto The gentle storm (clicca per la recensione) e molto probabilmente ci spenderó su anche qualche parola (anche se onestamente la visione della tracklist mi spaventa non poco), quindi Stay tuned!

Vabbé, gustatevi la canzone, adesso.



Dai, dato che ci sono vi butto anche la complicata tracklist

CD1:

Chronicle 1: The ‘Frame
01. The Day That The …

Recensione: Art of Anarchy - The madness (2017)

Ascolto una playlist: "uh, bello sto pezzo dei Creed, non lo conoscevo". Aspetta, siamo sicuri che siano loro? No, infatti non erano loro, bensí gli Art of Anarchy.

Chi sono gli Art of Anarchy? Un gruppo formato nel 2014 da Bumblefoot (precedentemente nei Guns n' roses) e dai fratelli Jon e Vince Votta, che hanno giá rilasciato un disco omonimo nel 2015 con il compianto Scott Weiland alla voce. Per questo album, é stato invece assoldato un altro Scott, ma questa volta é Stapp, vecchia voce dei Creed. Completa la band Jon Moyer, bassista dei Disturbed.

Ho sempre avuto un rapporto strano con Scott Stapp: lo trovo un personaggio abbastanza discutibile per aver preso ispirazione da Eddie Vedder (vedi vecchio spassoso episodio di Celebrity deathmatch) e per alcune news lette nel corso degli anni, mentre mi piace un sacco il suo modo di cantare, non posso farci nulla. Vediamo come suona suona questo The madness. Ah, bella la copertina.


01. Echo Of A Scream
Abbiamo detto che i…

La scheda - L'Ordine Naturale delle Cose

Breve descrizione/bio della band:  L' Ordine Naturale delle Cose nasce a Parma nella primavera del 2013. Dopo soli tre mesi di vita, il gruppo registra “L'Ordine Naturale Delle Cose EP” presso l'Hot Studio di Omid Jazi (Verdena, Criminal Jokers) per uscire ufficialmente il 2 Gennaio 2014. Nell'aprile 2016 esce "Iori",il singolo che anticipa l'uscita del nuovo disco della band, seguito dopo un paio d mesi da “Dirupo”.
Dopo concerti, mesi trascorsi in sala prove tra jam e registrazioni, nel maggio 2017 sarà pubblicato il nuovo album della band. Lʼalbum sarà anticipato alcune settimane prima dal videoclip del nuovo singolo "Lisa".

Genere musicale:
Diciamo un indie rock che mette d’accordo sempre tutti. Ci riconosciamo nell’ indie rock nell’accezione originaria del termine, approccio autonomo sia in fase di creazione, di registrazione, che di distribuzione. Ovviamente poi sono presenti influenze musicali strettamente legate a questa idea come il po…

Kids react to Nirvana

Poco più di un mesetto fa avevo pubblicato Kids react to Guns n' roses, ma non posso fare a meno di pubblicare questo nuovo capitolo sui Nirvana dato che alcuni bambini sono davvero tenerissimi e le loro reazioni sono così spontanee. In particolare mi fa impazzire la bambina di colore che cerca di razionalizzare i testi di Kurt Cobain, ovviamente senza venirne a capo. Veramente carino questo video ma carina è anche tutta la serie, dategli un'occhiata.

Live report: Pain of salvation - Islington assembly hall, London 12/04/17

Eccomi per la prima volta alla Assembly hall di Islington, che tra le altre cose dista una quindicina di minuti da casa mia e dove dovrei andare presto per burocrazia varia (ma sto posticipando senza pietà).

Mi piazzo nella balconata, molto comoda e non molto affollata, con una ottima visuale. Meglio di cosí non si puó davvero. Arrivo appena cominciano i support act Port noir, quindi spando due parole anche per loro: non mi è mai fregato nulla dell'apparenza, ma presentarsi ad un concerto rock metal (o prog, o quello che volete) con le camicie come se stessi andando ad una festa di compleanno in giardino ("auguri, ho portato del vino") è una cosa che mi dà parecchio fastidio. Mi da fastidio perchè è studiato (ho sbirciato qualche loro foto), se fosse casuale ci passerei anche sopra. Riguardo la musica di questi tre ragazzi: ha sicuramente il suo perché e qualche pezzo non mi è dispiaciuto affatto, ma il tutto suona abbastanza noioso e ammaestrato alle mie orecchie. Come …
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...