30/07/15

Foo Fighters, venite a suonare a Cesena?

Questa pensata é davvero rock!
1000 musicisti suonano Learn to Fly dei Foo Fighters per chiedere a Dave Grohl e compagnia bella di venire a suonare a Cesena. Esatto, lo hanno fatto davvero. Riusciranno nell'impresa? Lo scopriremo solo vivendo, nel frattempo meritano sicuramente visibilitá. Grandi, ragazzi!

The Darkness - Last Of Our Kind (Official Video)

Pubblico questo video per alcune ragioni:
1) Il nuovo look orripilante di Justin Hawkins
2) Il bassista, cioé il VERO motivo per il quale seguo i Darkness. Al minuto 0.38 é assolutamente irresistibile. E non sono gay, immaginate se lo fossi!
3) La somiglianza del batterista Rufus Taylor con il padre, Roger Taylor (batterista dei Queen).
4) Il pezzo mi piace
5) Pensavo di avere almeno 5 punti, invece non é stato cosí.

29/07/15

Recensione: Ru Fus - Ru Fus

Recensione a cura di "Stick"

Solista Toscano originario di Pisa con un bagaglio d'esperienza davvero invidiabile; stiamo parlando di Emiliano Valente in arte "Ru Fus" che vanta progetti con bands come The Bugz, Reverberati, e Zen Circus. 

27/07/15

Chiedilo a Given to rock - Luglio 2015

Il consueto spazio di chiacchera mensile. Tra gli argomenti, le nuove belle abitudini dei frequentatori di concerti, ai quali a volte non frega niente di godersi il concerto.

24/07/15

Recensione: Symphony X - Underworld (2015)


Ben 4 anni dopo l'ultimo album Iconoclast, Russell Allen, Michael Romeo & compagnia bella si riprensentano con questo Underworld. Facciamo un bel track by track senza troppe menate introduttive? Si dai, oggi sono piú spicciolo (e pigro) del solito.

22/07/15

Live Report: Black Label Society - The Darkness: Pistoia Blues Festival 18 luglio 2015



Report a cura di Antonio Spina

Pistoia: sono le 18,30 di un afosissimo pomeriggio toscano quando entro in Piazza del Duomo dopo circa mezz'ora di fila (credevo peggio) fortunatamente non sotto il sole visto che per accedere alla piazza sono stati creati dei varchi tra le stradine ombreggiate della citta'. Una volta dentro ne approfitto per refrigerarmi accomodandomi premurosamente sulla tribunetta al lato del palco (un'altra è in fondo alla piazza) e mentre gusto con amore i sensuali panini bresaola e rucola, ecco che sul palco inizia la carrellata di band di apertura. Bene,se avessi tenuto gli occhi chiusi durante i loro avvicendamenti avrei sicuramente pensato si trattasse di un'unica band visto che suonano tutte uguali. E ci si mette pure il lavoro a dir poco obrobrioso dei fonici i quali riescono nell'intento di farmi indispettire facendomi desiderare ancor piu' la "venuta" sul palco del dio Zakk e dei suoi BLS. Passa un'oretta circa: ci siamo.

21/07/15

Faith No More - Live BBC Radio 1 Rock Show 2015

Ecco un'esibizione dei Faith no more al BBC Radio 1 Rock Show, registrata lo scorso giugno. La band ha proposto 3 brani dell'ultimo Sol invictus piú una cover. Beccatevelo!

La mini-setlist é la seguente:
Superhero
Sunny Side Up
This Guy’s In Love With You
Separation Anxiety

19/07/15

Top 20: Frontmen (part I)

Ed cccoci ai frontmen.
Come sempre ho avuto una difficoltà estrema ad arrivare ai 20 migliori (opinabilissimi, comunque)... Avrei preferito fare una top 300.

Cominciamo:

20) Bono (U2)
Uno degli artisti con più detrattori di sempre, più per motivi extramusicali però.
Sul palco, peró, non si può dire che non sappia fare il proprio lavoro. Vi posto un'esibizione che ha fatto storia, quella del Live Aid del 1985, con un look abbastanza discutibile, in veritá.


19) Rob Halford (Judas priest)
Uno che incute timore e profondo rispetto sul palco, un'icona dannatamente Heavy metal. A volte pure troppo, tipo quando entra con la moto sul palco (e cade, vedi filmato sotto).


18) Mike Patton (Faith no more e un miliardo di altri gruppi)
Uno dei tipi più fusi di testa di sempre, con lui ti puoi aspettare la qualunque. Può mettersi a lato del palco come la persona più timida del mondo o può andare a provocare la security senza motivo (rischiando grossissimo, visto con i miei occhi). Può cantare di tutto, dalle canzoni napoletane al thrash metal, bisbigliare o gridare come un pazzo scatenato, risultando sempre estremamente credibile e a suo agio.


17) Michael Stipe (R.E.M)
Icona rock non più in attività, purtroppo. Ha incantato tutti con il suo stile unico e stralunato ed i suoi look strambissimi (vedi anteprima foto sotto). Uno di quelli che quando li vedi (e li senti), li riconosci dopo mezzo secondo.


16) Phil Anselmo (Pantera, Down)
Uno a cui non gliene frega davvero un cazzo. Uno che ha cantato e si è esibito per tantissimi anni come se non ci fosse un domani, tra l'altro insultando tutto e tutti tra una canzone e l'altra. Grande rispetto per l'anima rock senza compromessi di Filippo.


15) Jon Bon Jovi (Bon Jovi)
L'esatto contrario di quello sopra. Al contrario di Filippo, Jon sembra uno che prepara in camerino anche i movimenti delle sopracciglia. Da giovane puntava piú sulla bellezza e sugli ammiccamenti alle donne delle prime file, negli ultimi anni sul professionismo. Adesso non ha praticamente più voce, ma se andate a vedere i Bon Jovi vi saprà far divertire ugualmente con il suo grande mestiere. Sono andato ad un concerto qualche anno fa senza grosse aspettative (perché non canta piú come un tempo e ne ero a conoscenza), ma mi sono divertito un sacco ugualmente.


14) Robert Plant (Led Zeppelin)
Sono famoso tra gli amici per essere quello a cui non piace particolarmente Robert Plant. Beh, ne riconosco la grandezza ma il suo "messaggio musicale" spesso non mi arriva, non posso farci nulla. Lo metto ugualmente in questa classifica perché le sue doti di frontman sono innegabili e il suo stile personalissimo ha creato tanti cloni e non smetterá di crearne altri anche in futuro.



13) Eddie Vedder (Pearl Jam)
Cambiato molto durante gli anni. molto aggressivo e "cavallo pazzo" da giovane (vedi video sotto), molto posato e vero nella seconda parte di carriera, comunicando parecchio con il pubblico, discutendo di cose divertenti ed interessanti (grazie anche alle bottiglie di vino che si scola durante le performance) e non ripetendo mai le stesse cose (cosa che fanno in molti). Cerca spesso di parlare nella lingua locale (con risultati a volte discutibili) e ama chiamare sul palco chiunque sappia suonare qualcosa. Comunica il piacere di stare sul palco e la gente lo avverte.


12) Tobias Sammett (Edguy, Avantasia)
Il genere di frontman che preferisco. Uno delle nuove leve che sa come si fa avendo imparato dai grandi del passato. Molto, molto divertente, non si prende troppo sul serio, sa come intrattenere il pubblico ed è molto comunicativo. Metto un mio video del concerto visto a Londra qualche mese fa che ritrae alla grande il personaggio di Tobias.


11) David Lee Roth (Van Halen)
Un altro a cui non gliene frega un cazzo. Eccentrico all'ennesima potenza, lui vuole solo ballare e cuccare le donne delle prime file (ancora prima che lo facesse Jon Bon Jovi). Canta come gli pare (meravigliosi gli Oh uh uh uh totalmente messi a caso) e si diverte facendo il deficiente. Dovessi rinascere, probabilmente sceglierei di reincarnarmi in lui.

17/07/15

Dave Grohl invita un fan a suonare la batteria

Durante un recente concerto dei mitici Foo Fighters, quel mattacchione di Dave Grohl ha permesso ad un fan che reggeva un cartello con scritto "E' il mio compleanno, posso suonare la batteria?" di raggiungere la band sul palco.

Dave gli ha chiesto di suonare Big me che è la canzone più facile di tutto il repertorio dei FF, aggiungendo che avesse sgarrato avrebbe fatto una figura di cacca.

Beccatevi un video amatoriale. Enjoy!

16/07/15

La scheda: Blinding Sunrise


Breve descrizione/bio della band:
I Blinding Sunrise nati nel 2011, inizialmente con influenze Alternative Metal e Punk-Rock, si sono affacciati nel mondo del Post-Hardcore, grazie a band come Eyes Set To Kill. Grazie all'uscita del primo EP “Cold Like Winter”, la band ha abbracciato alcuni lati del Metalcore ricercando sonorità più personali e condendo il tutto con la contrapposizione tra voce clean femminile e harsh vocals maschili. L'uscita del primo full-length è prevista per il 2015.

15/07/15

Il videoclip di The fury of my love - Flying colors

In genere non sono solito pubblicare i videoclip appena usciti, ma per questo faccio sicuramente un'eccezione, perchè la canzone in questione è finita nientepopodimenoche (tutto unito) alla prima posizione nella classifica dei migliori brani del 2014.
La canzone fa parte del disco Second nature, uscito ovviamente sempre lo scorso anno. Oh, dite quello che volete, ma nella sua semplicità a me sto pezzo fa impazzire.  Chissà perchè il buon Mike è così serio, qui sotto...

13/07/15

Videorecensione: Pain of salvation - Remedy lane (2002)

Qualche parola su un disco che (quasi) tutti dovrebbero avere nella propria collezione.

11/07/15

Recensione: Chaos Magic - Chaos magic (2015)


Non so neanche perché mi sono preso la briga di recensire questo ennesimo progetto di Timo Tolkki, forse ho inconsciamente deciso di seguirlo per tutta la vita (ahimé) perché da ragazzino ho amato un paio di dischi degli Stratovarius, non saprei dare altra spiegazione...

09/07/15

Somiglianze: Velvet underground (e Duran Duran) VS John Lennon VS Oasis

Su preziosissima segnalazione di Lucylla.
E chi se lo aspettava che la mitica Imagine di John Lennon potesse ricordare una canzone uscita alcuni anni prima... La canzone in questione è Femme Fatale dei Velvet underground e Nico (canzone ripresa anche dai Duran Duran diversi anni dopo). Mentre che siamo in ballo (balliamo) e ricordiamo anche la "citazione" degli Oasis all'inizio della famosa Don't look back in anger. Ecco tutti i video, in sequenza:

Velvet underground e Nico - Femme fatale


05/07/15

Top 10: Van Halen

Vai con la top 10 dei Van Halen!
Beccatevi le mie dieci canzoni preferite della band dei fratelli olandesi/americani.

Cominciamo:

03/07/15

Copertine brutte

Uno dei primissimi "articoli" pubblicati su Given to rock. 
Dopo alcuni problemi con le immagini (e con Google) decisi di rimuoverlo, o meglio, Google mi diceva di rimuoverlo perché qualche foto non era di suo gradimento. Adesso ci riprovo e lo ripubblico. Il mondo poteva farne benissimo a meno, ne sono perfettamente consapevole, ma alcune sono divertenti dai... 

Stavolta ho preso in esame cose che con il rock non c'entrano una cippa. Erano troppo divertenti per ignorarle.

02/07/15

La scheda: T.M.O

Breve descrizione/bio della band:
L’idea dei T.M.O. nasce dalla collaborazione tra la cantautrice siciliana Rosa Mangano e il poeta milanese Marco Annicchiarico. Dopo aver scritto quindici canzoni, hanno coinvolto nel progetto il chitarrista Emanuele Torre (dei laGrandine). A dicembre 2013 la formazione si è completata con l’ingresso di Ennio e Gianluca, due musicisti iscritti al Conservatorio. Da allora, in studio e dal vivo, abbiamo cercato di trovare un suono capace di unire le esperienze di ognuno di noi, cercando di creare qualcosa di diverso.