04/02/16

Live report: Helloween + Rage - 02 forum, London 03/02/16

Questa volta la location è l'02 forum di Kentish town, posto da dove sono passato innumerevoli volte (c'è il mio pub preferito a poca distanza) ma dove non ero mai entrato.
Esco dall'ufficio 70 minuti prima dell'esibizione dei Rage (che ci vuole, il bus ci mette poco, pensavo io...) quindi con tutto il tempo del mondo. Quando è così, ti ritrovi puntalmente a correre per arrivare in tempo, cosa che ovviamente ho fatto a causa di un super ingorgo.

Entro, stanco, nella bella arena (molto simile alle altre 02 arena sparse a Londra) e, pur essendo arrivato a pochi minuti dall'esibizione, mi guadagno un posto in terza/quarta fila. Adoro vedere i concerti a Londra, a nessuno interessa vedere i concerti da vicino e (quasi) nessuno ti tocca/spinge una volta che hai preso il tuo posto. Vedrò infatti gli Helloween dalla prima fila.

RAGE
Dalla mia bocca/penna/tastiera non uscirà mai niente di negativo sui Rage, uno dei gruppi più sottovalutati del pianeta... Peavy Wagner avrebbe meritato molto di più nella sua carriera. Non lo avevo mai visto e non nascondo una certa emozione di vederlo a pochi passi da me. L'ultimo concerto da me visto, quello dei Megadeth a Wembley, mi aveva buttato addosso una tale negatività nel vedere Mustaine che sembrava essere li perchè aveva bisogno di soldi. Gente come Peavy ti fa amare la musica. E' in giro da 33 anni, ha guadagnato 100 volte meno di Mustaine ma ha ancora uno spirito e una voglia di un ragazzino e, ancora una volta, è ripartito da 0 dall'ennesima nuova formazione: Marcos Rodriguez alla chitarra e Vassilios Maniatopoulos alla batteria. Sono rimasto molto colpito dal primo, non sarà Victor Smolski, ma ha un atteggiamento positivo e sorridente e alla chitarra esegue tutto alla perfezione e con una disinvoltura pazzesca. Spot on!


L'esibizione generale mi è piaciuta un casino per via di una scaletta breve ma perfetta e, come detto, di un atteggiamento che mi piace e che mi fa godere appieno il concerto. Peavy e i due nuovi arrivati sembrano proprio divertirsi (al contrario di uno che vedremo sotto). Da segnalare le bellissime Sent by the devil, Back in time e Down (forse le mie tre canzoni preferite dei Rage) e una specie di Jam durante la conclusiva Higher than the Sky: la band ci ha infilato dentro Sweet home alabama e Holy Diver di Ronnie James Dio, cantata dal chitarrista. Hanno accennato qualcosa riguardo al fatto che Rodriguez avesse una cover band di RJD, beh, l'imitazione era perfetta! Gran cantante oltre ad essere un gran chitarrista. Rage promossi, superpromossi, mi sono divertito un sacco.
(la scaletta sotto è della data precedente dell'alcatraz di Milano, ma è uguale)

Rage Setlist Alcatraz, Milan, Italy 2016, Black in Mind 20th Anniversary 

HELLOWEEN
Dopo una ventina di minuti fanno il loro ingresso gli Helloween. La coreografia dietro è sempre molto curata (logo e zucche in bella mostra) e la band entra sorridente e guascona come sempre. E' la mia prima volta con gli Helloween (lo era anche per i Rage) e avevo sempre letto di qualcosa che non andasse in Weikath (il chitarrista fondatore). Beh, ero in prima fila praticamente sotto di lui e devo dire che non ho mai visto persona più strana su un palco. A parte il fatto che è invecchiato malissimo (non so quanti anni abbia, ma anche se ne avesse 100 li porterebbe male lo stesso), poi ha un atteggiamento a metà tra "che cosa ci faccio qui" e un cabarettista (di dubbio gusto). In genere i musicisti ti sorridono e ti incitano a cantare, lui invece ti guarda proprio male. Mi ha rivolto un paio di occhiate che mi hanno fatto paura. Non so se sia il personaggio. Ho fatto un breve video che ne mostra l'entusiasmo.


Il resto della band è perfettamente in sintonia e sul palco i vari componenti sembrano divertirsi: Deris è un ottimo comunicatore e Großkopf (ho fatto copia-incolla, sì) e Gertsner si lanciano e si sputano i plettri a vicenda. Ottima energia. La scaletta è decisamente buona e prende da un po' tutta la discografia della band, a partire dall'ultimo album fino ai superclassici della Kiske era (che cantati da Deris... MMMM). A proposito di Deris, dopo ieri sera l'ho rivalutato parecchio: è vero che come tonalità non può competere con il predecessore (le canzoni storiche sono suonate un tono sotto!) ma ci mette un'energia e una potenza che non mi aspettavo e non percepivo dai video che vedevo in rete. Promosso pure lui. Ah, curiosità, dietro di me c'era un ragazzo che dormiva in piedi. Non mi chiedete spiegazioni perchè non lo so: era dietro di me e aveva gli occhi chiusi e le braccia conserte. Dicevo, la scaletta mi è piaciuta, in particolare ho apprezzato quelle dal nuovo album, poi qualcosa di datato ma non troppo tipo Mr. Torture e le canzoni prese dal mio amato The time of the oath. A proposito, c'è stato uno che come un esaltato ha chiesto a gran voce Before the war per tutto il concerto. L'hanno suonata tra le ultimissime, mi sono girato e sembrava non gliene importasse granchè. Forse non l'ha riconosciuta... Anche qui, non chiedete.
La scaletta è abbastanza generosa e per tutti i gusti, la band tonica e sorridente (a parte uno), anche gli Helloween promossi!
Ho passato davvero una bellissima serata di musica.


 Top songs: Mr Torture, Steel tormentor, My God given right
Helloween Setlist O2 Forum Kentish Town, London, England 2016, My God-Given Right Tour

Share: