Cerca nel blog

04/10/19

Recensione: Helloween - United alive in Madrid (2019)


Recensire un live album come questo é un po' strano, dal momento che ero partecipe ad una delle date del tour in questione. Non ero presente alla data di Madrid (quella di questo CD), ma non mi sono fatto ovviamente scappare quella alla Brixton Academy di Londra (clicca senza timore per il live report)

Le impressioni generali, per forza di cose, non potranno essere troppo distanti (anzi, non lo sarenno per nulla), rispetto al mio live report. Il concerto é davvero molto riuscito e l'esperimento dei 2 cantanti Andi Deris - sua maestá Michael Kiske é andato come nelle migliori delle previsioni, con i due che si dividono equamente le canzoni e le varie strofe e con un Andi che riesce a non sfigurare (anzi...) rispetto a quello che é uno dei migliori cantanti che il genere abbia mai conosciuto.

In realtá di cantante ce ne sarebbe anche un altro, quel Kai Hansen che si prende la scena durante il lungo medley che vede diverse canzoni prese dal primo album della band, Walls of Jericho, quando era lui il cantante a tempo pieno della band. Gli affezionati di questo periodo apprezzeranno di sicuro questo punto del concerto che suona grezzo come ai bei tempi. Di sicuro é sempre un piacere ascoltare Ride the sky e Judas.

Sempre a proposito di scaletta, credo che in generale si possa dire sia veramente soddisfacente. Partendo ovviamente dal presupposto che non si possono mai accontentare tutti, la setlist pesca da diversi album e da diversi periodi della band, partendo dal primo, giá citato, Walls of Jericho, passando per i due imprescindibili Keepers e per i primi bellissimi album con Deris. A proposito di questo periodo, vi lascio a fondo pagina il video di Forever and one (preso peró dal blu-ray, che comprende altre registrazioni rispetto a quella di Madrid) che con l'aggiunta della voce di Kiske acquista decisamente qualcosa in piú, con tanto di imitazione iniziale di Elvis ad inizio canzone, che Michelino adora fare da diversi anni a questa parte. Rispetto al concerto di Londra, questo concerto vede (beato il pubblico di Madrid) la presenza di quella che é forse la mia canzone preferita delle zucche: Rise and Fall. A Londra la band aveva suonato la trascurabile Kids of the century, mannaggia a loro. Non so se riusciró mai a perdonarli, per questo.

In questo live ce n'é veramente per tutti i gusti, basta guardare la setlist qui sotto e tutte le canzoni sono suonate, manco a dirlo, in maniera impeccabile e con la solita ironia che ha sempre contraddistinto la band (ascoltare il finale di Perfect Gentleman, fra le altre cose). Il suono generale, francamente, non é eccezionale ma i diversi componenti della band sono sempre molto riconoscibili e questo é l'elemento piú importante.

In attesa del nuovo album da studio (che dovrebbe arrivare il prossimo anno), United alive in Madrid é una testimonianza di quello che é stato questo trionfale tour di reunion e di quello che sono gli Helloween oggi. E' un piacere notare che, nonostante tutto, non sono cambiati tanto. Lunga vita a loro.

CD 1:
1. Halloween
2. Dr. Stein
3. I’m Alive
4. If I Could Fly
5. Are You Metal?
6. Rise And Fall
7. Waiting For The Thunder
8. Perfect Gentleman
9. Kai’s Medley
10. Forever And One
11. A Tale That Wasn’t Right

CD 2:
1. I Can
2. Living Ain’t No Crime / A Little Time
3. Sole Survivor
4. Power
5. How Many Tears
6. Invitation / Eagle Fly Free
7. Keeper Of The Seven Keys
8. Future World
9. I Want Out

CD 3:
1. March Of Time
2. Kids Of The Century
3. Why
4. Pumpkins United