15/01/20

https://img.discogs.com/NInQ860i6dbdudlPZKDz2YEimrg=/fit-in/600x600/filters:strip_icc():format(jpeg):mode_rgb():quality(90)/discogs-images/R-14207323-1569862610-7322.jpeg.jpg

Recensione di Giulia Toselli

Leggo tante recensioni di musica, di generi e ispirazioni diverse. Ma non ne avevo mai buttata giu’ una di mio.

Fino ad oggi peró, quando l’impulso inarrestabile é arrivato dopo avere divorato piú e piú volte il frutto del lavoro di una band di giovanissima formazione, ed emilianissima come me (orgogliosissima io!). Ok, basta con i superlativi assoluti, per il momento!

Loro sono i Bullring, power-trio con musicisti di grande esperienza alle spalle. I 3 compañeros sono Remo a voce e basso, Dave a chitarra e cori e Luca a batteria e cori. Energia viva e stile crudo, puro e senza compromessi, vero e proprio “rock rubato all’agricoltura”, come l’ha definito Remo stesso in una recente intervista.

Break Down the Gate e’ il loro relativamente nuovo (Settembre 2019) debut album, un’esplosione di Hard Rock old style suonato magistralmente. Giá dalla copertina, con l’immagine di un recinto sfondato da questi 3 torelli che vogliono suonare quello che piace a loro e come piace a loro, si intuiscono tutte le influenze rock americane che emergeranno con forza nei brani.

Ma parliamo del pezzo forte, la loro musica! La prima metá del disco, specialmente, scivola via che e’ una bellezza. Si parte veloci con la punkeggiante Are you Shining? per andare nell’hard rock puro con You’re just what you’re fighting for fino alla travolgente e “cattivissima” My Darkest Shadow (e qui, la chitarra di Dave e la batteria di Luca ci regalano un finale straordinario dove un riff, sempre uguale eppure diverso, ci fa comprendere appieno sia il gusto che la tecnica di questi musicisti).

Una punta piú melodica con Violet’s Song per poi ricrescere con i ritmi martellanti di Dirty Paradise e Fear Killing Anthem. Una menzione speciale meritano per me Jackhammer, pezzo furioso hard ‘n heavy con un occhiolino al grunge dei bei tempi e soprattutto con un lavoro spaziale di chitarra, e la power ballad Amy and Me (cantata da Remo con grinta e eleganza).

In complesso un album davvero coeso che mi é piaciuto moltissimo (rieccomi coi superlativi, che ce volete fa’), che ci fa sognare ad occhi aperti l’America rock anni ‘80 e ’90, con omaggi a generi diversi ma sempre con un impianto molto omogeneo e un imprinting moderno.

Resta solo da augurarci che i Bullring e tutte le band emergenti che fanno musica di qualitá e col cuore continuino a inondarci di album cosí, contribuendo a traghettare la nostra amata musica rock nel futuro.

Infine, un grazie e un abbraccio immensi a Given to Rock, che mi ha permesso di occupare questo piccolo spazio.

Line Up:
Remo Ferrari - Voce & Basso
Dave Pola – Chitarre & Cori
Luca Ferraresi – Batteria & Cori

Tracklist:
01. Are You Shining?
02. You're Just What You're Fighting For
03. My Darkest Shadow
04. Violet Song
05. Dirty Paradise
06. Fear Killing Anthem
07. Jackhammer
08. Amy And Me
09. You Cannot Hurt Me
10. I'll Snatch Your Tongue
11. I'm Too Old
12. Idea4

Post a Comment: