Quale servizio di musica in streaming scegliere?

Articolo (vagamente) informativo per tutti voi, una volta tanto.

Volete spendere un po' di soldini in qualche abbonamento per un servizio di streaming e non sapete cosa scegliere? Beh, vi posso dare una mano con qualche riflessione e con qualche esperienza personale sul campo ma sappiate che la scelta é cosí difficile che tanti anni cambio costantemente (se seguite il blog sono sicuro che ve ne siete accorti dalla rubrica "Ascolti del mese"). Insomma, il servizio perfetto non esiste, perlomeno per ora e secondo le mie esigenze.

Cominciamo:



DEEZER

Non ho mai provato Deezer a pagamento, sono onesto. Ultimamente volevo abbonarmi per provare il nuovo servizio HD, ma giudico 20 Sterline (o Euro) al mese davvero tante e pare che non sia neanche disponibile in streaming dall'app. Meglio aspettare e vedere se la situazione migliora. Per il resto e per quel poco che ho provato Deezer devo dire che mi é piaciuta sia a livello di interfaccia (molto simile a Spotify) che a livello di catalogo.

Qualitá: 128kbps, 320kbps, CD.

Pro:
Interfaccia funzionale
Qualitá CD
Podcasts

Contro:
Prezzo dell'HD (non supportato nello streaming)




GOOGLE PLAY/YOUTUBE MUSIC

Le ho messe insieme perché sono entrambe di Google.
Ho provato Google play diversi anni fa ormai, ma credo non sia troppo diverso da allora in quanto Google ha sviluppato Youtube Music, che non avrá mai i miei soldi finché non sistemeranno i nostri conti in sospeso (cose nostre...) e alzeranno un po' la qualitá streaming che é di 256 kbps. Riguardo Google play posso dire mi soddisfava molto a livello di catalogo, ma l'app era un po' noiosa, dalla grafica un po' antica e la qualitá audio non il massimo.

Qualitá: 256kbps

Pro:
Catalogo

Contro:
Ricerca musica
Qualitá audio





SPOTIFY

Spotify é la piattaforma streaming piú famosa e c'é un motivo. L'app funziona benissimo, buffering eccellente, ha un sacco di playlist (anche create ad hoc per ogni singolo utente, come la strepitosa Release radar, che mi aiuta tanto ad aggiornare il blog) e un catalogo esaustivo, migliorato negli ultimi anni. Si puó utilizzare anche gratis, ma la sgradevolissima pubblicitá piazzata quando meno te la aspetti non mi ha mai fatto considerare l'opzione perché avrei speso molto di piú per lo psicologo per i danni causati dall'interruzione dei miei dischi preferiti che per il servizio stesso. Purtroppo la qualitá audio é quella che é e non esiste l'opzione HD, sennó sarei giá ritornato da loro da tempo.

Qualitá: Mp3 fino a 320kbps 

Pro:
Playlists
Ricerca
Buffering
Popolaritá (utile nel condividere ascolti)

Contro:
Qualitá audio




QUOBUZ

Ho cominciato ad usare Qobuz da qualche giorno e finalmente trovo giusto il prezzo per un servizio HD, 14,99. Di contro, l'interfaccia non mi piace per nulla e trovo la ricerca degli album sul catalogo davvero confusionaria, con singoli e album messi a caso nella pagina profilo dell'artista. Manca anche il piano famiglia che in realtá in questo periodo mi interessa molto.

Qualitá: da Mp3 320 KB a High-res

Pro:
Qualitá audio
Catalogo HD ampio

Contro:
Interfaccia
Mancanza del piano famiglia


                                        

AMAZON HD

Ho provato Amazon music HD per qualche mese e mi era piaciuta moltissimo l'app per desktop e la qualitá HD. Il catalogo aveva (spero abbiano risolto) delle falle grosse quanto una casa: a volte ti ritrovavi ad ascoltare un album e nel bel mezzo c'era una canzone che non c'entrava niente, oppure la canzone in questione era quella ma era presa da un live. Veramente tremenda questa cosa. Se trovate meno errori, ultimamente, é anche grazie al sottoscritto, che ne ha segnalate parecchie al servizio clienti (che ha prontamente corretto). Non mi hanno ringraziato con un'offerta e per lo sbattimento e me ne sono andato. Il prezzo é buono, ma solo se hai giá Amazon prime.

Qualitá: da Mp3 a Master

Pro:
App desktop
Qualitá audio

Contro:
Catalogo non sempre affidabile
Buffering

                                          

TIDAL

Sono stato con Tidal per sei mesi grazie ad un'offerta che non potevo rifiutare (Cit.) e giudico 20 Sterline/Euro al mese (per l'HD) davvero troppe per quello che offre. Il buffering funziona davvero male per la mia esperienza e il catalogo privilegia troppo il catalogo Rn'B, cosa che non stupisce dato che il proprietario é un certo Jay-Z. Ottima qualitá audio e buonissima l'app per desktop. Se si utilizza a casa, con delle buone casse, ha decisamente senso. Come app non mi sono trovato benissimo, onestamente.

Qualitá: Da Mp3 a Master

Pro:
Qualitá audio
Add per desktop

Contro:
Se ascolti Rock é un po' frustrante perché hai molti suggerimenti RnB
Buffering


                                     

APPLE MUSIC

Ho provato Apple music tanto tempo fa e mi aveva stupito positivamente per il catalogo (c'erano i bootleg ufficiali dei Pearl Jam, che non si trovano da nessun'altra parte!) e per la chiarezza del suono, che dovrebbe utilizzare uno standard differente dalle altre piattaforme. La qualitá generale peró non é altissima e personalmente l'interfaccia e le grafiche Apple ultimamente non mi stanno troppo simpatiche, peró é sicuramente un buon servizio ma che forse manca di quel qualcosa in piú per attrarre piú clienti.

Qualitá: 256 Kb

Pro:
Suono chiaro
Catalogo

Contro:
Mancanza dell'HD
In generale manca qualcosa per essere preferita ad altre piattaforme.


E' tutto, questi sono i servizi di streaming che ho provato e spero l'articolo vi sia stato utile in qualche modo. Come sempre, sono a disposizione se avete domande (scrivete pure nei commenti) e se siete in disaccordo con me (sempre nei commenti).
Vi lascio anche la versione video, nel caso non ne abbiate abbastanza e volete ascoltare a parole tutto quello che ho giá scritto qui sopra.

Posta un commento

0 Commenti