Recensione: John Petrucci - Terminal Velocity (2020)

Era dal 2005, anno del primo disco solista di John Petrucci - Suspended animation - che si aspettava il secondo. Beccatevi quindi la mia opinione su Terminal Velocity, fresco di pubblicazione, con il ritorno di Mike Portnoy dietro le pelli e con il magnifico Dave La Rue al basso.

Ah, c'é anche un "plagio" che non sfuggirá agli utenti meno giovani (tipo il sottoscritto). Fatemi sapere cosa ne pensate, come sempre.


Tracklist:

TERMINAL VELOCITY
THE ODDFATHER
HAPPY SONG
GEMINI
OUT OF THE BLUE
GLASSY-EYED ZOMBIES
THE WAY THINGS FALL
SNAKE IN MY BOOT
TEMPLE OF CIRCADIA
Previous Post Next Post