Recensione: The Vintage Caravan - Monuments (2021)


Uh, che bella sorpresa questo nuovo album dei The vintage caravan
Non perché gli altri album della band non siano all'altezza, ma solo perché non li conoscevo. Ok, vado a cospargermi il capo di cenere. So perfettamente che non é tanto professionale approcciare una recensione in questo modo ma, mettetela cosí, non posso conoscere tutto e... Apprezzate almeno l'onestá. 

Ma adesso veniamo a noi e alla proposta che i tre ragazzi islandesi ci fanno con questo Monuments, appena rilasciato: un concentrato di rock vecchia scuola con diverse sonoritá, che pur non essendo propriamente le mie, non mi lasciano indifferente. I riff di chitarra, soprattutto, sono di una bellezza straordinaria, secondo me, a metá fra i Black Sabbath e i Queens of the stone age (che comunque prendono ispirazione, come tutti, dai primi).

Venendo alle tracce di questo album, dopo la discreta opener Whispers (primo singolo dell'album), spiccano l'altro singolo piú recente Crystallized (vi lascio il videoclip a fondo pagina), la piú catchy Can't Get You Off My Mind (che non é quella di Lenny Kravitz) e la bellissima ballad This one's for you, che alle mie orecchie suona a metá fra la colonna sonora di Twin Peaks e I will always be right there di Bryan Adams. E' un complimento, dato che le due tracce mi piacciono un sacco.

Bellissimi i riff (ancora!) di Torn in two ma anche i soli di Forgotten e il drumming incredibile che si porta dietro, cosí come quello della successiva Sharp teeth. Le tracce hanno grosso modo sempre quelle caratteristiche ma sono davvero una goduria da ascoltare e anche se il disco dura un'ora esatta, non mi lascia da ridire sulla durata perché trovo tutto molto, molto ispirato. Una traccia che si distingue dalle altre é sicuramente l'ultima, Clarity, con i suoi 8 minuti di durata, che parte in sordina ma che esplode con degli assoli - manco a dirlo - stupendi, sul finale.

Con delle linee vocali un po' piú efficaci (per i miei gusti) in alcuni tratti, sarebbe sicuramente stato il disco dell'anno e forse anche fra i top del decennio. Mi "accontento" di questo e vado a recuperare gli altri album, adesso. 

Voto 73/100
Top tracks: Crystallized, This One's For You, Forgotten.

Tracklist:
01. Whispers
02. Crystallized
03. Can't Get You Off My Mind
04. Dark Times
05. This One's For You
06. Forgotten
07. Sharp Teeth
08. Hell
09. Torn in Two
10. Said & Done
11. Clarity

Post a Comment

Please Select Embedded Mode To Show The Comment System.*

Previous Post Next Post