La scheda: Ernest Lo


Remo intuisce il potenziale espressivo della musica quando, adolescente, ascolta per la prima volta un album dei Doors. Nel 2008 fonda, assieme ad un sassofonista, gli EsseoessƎ, coi quali tenta una personale sintesi tra rock psichedelico e jazz. Dal 2011 al 2014 compie studi letterari fino a quando nel 2015, per gioco, inventa Ernest Lo, un personaggio storpiato nei valori, piegato dal vizio e dalla mondanità. Nel 2018 inizia la collaborazione con l’etichetta discografica Music Force che porta, nel 2019, alla pubblicazione di due singoli inediti: “Errore 404” e “Serena vuole andare a nanna”.A febbraio 2020 sostiene le audizioni del Musicultura che gli consentono di arrivare tra i 16 finalisti.
Il 14 maggio 2021 è uscito il suo album “Io so essere macchina”.

Genere:
Pop-Rock-Cantautorale-Dadaista

Line up attuale:
Io, 2 “macchine del suono” e qualche amico-essere-umano, a volte.

Album/ep /demo all'attivo:
Un album appena uscito (“Io so essere macchina”) e diversi EP rimasti nel cassetto.

Influenze:
Fred Buscaglione, Jim Morrison, Franco Battiato, Lucio Dalla, Maccio Capatonda.

Di cosa parlano i tuoi testi:
Canto l’aspetto tragico, buffo e sgangherato della vita in società; canto storie di cantanti (alla fine si scopre che non sono cantanti ma social media manager… oppure che in realtà non cantano, bensì “sono cantati” dai generi che praticano… ma che cazz’ sto a di’? Cit. Carmelo Bene, più o meno); canto l’amore dal punto di vista di un nerd che si è dato al porno ma comunque non riesce a dire “cazzo” (è stato educato bene, in maniera ortodossa) e quindi dice “pene”.

Esibizione live che ricorderai per molto tempo:
Finale di Musicultura, Recanati 2020, in diretta su Rai Radio1. Mi divertii molto assieme al mio amico musicista e producer Dear President. Quella sera conobbi molti artisti con cui ebbi il piacere di confrontarmi.

Un aneddoto divertente capitato on stage o in studio:
Ero alle prime esperienze da solista (2015, circa). Durante un live in un locale in centro a Bologna, alcuni miei amici si ubriacarono e otturarono il water a suon di vomitate e chissà cos’altro. Fuori, sotto i portici, ci fu una rissa… Mi diedero 20 euro per il disagio causato indirettamente e perché, a quanto pareva loro, il resto del cachet me l’ero scolato. Io sinceramente non ricordo quest’ultimo particolare… […]

I tuoi dischi preferiti in assoluto:
Tabula rasa elettrificata (C.S.I.), Dalla (Lucio Dalla), Rock Bottom (Robert Wyatt,), Coltrane’s Sound (John Coltrane), Natty Dread (Bob Marley & The Wailers), La macarena su Roma (Iosonouncane), Strange Days (The Doors)

Citami un album che pensi essere l’unico al mondo ad apprezzare:
I grandi più cessi della musica italiana (Mariottide alias Maccio Capatonda)

Un musicista che vorresti incontrare:
Wayne Shorter

Cosa chiederesti nel tuo backstage se fossi l’artista rock più importante del pianeta:
La Stratocaster che Hendrix suonò a Woodstock (si dice l’abbia acquistata Bill Gates per quasi 2 milioni di dollari e che l’abbia riportata al set-up per destri); vino rosato abruzzese di qualità; Genzio Forte Mardevia (liquore di genziana); caramelle al miele

Contatti:
In primis mi trovate sul sito della mia etichetta http://www.musicforce.it/catalogo-produzioni/2215-ernest-lo. Poi ovviamente sui social (Fb, Instagram, TikTok). Potete ascoltarmi su Spotify, su Youtube e su tutte le altre piattaforme streaming. L’album d’esordio “Io so essere machina” (dentro ci sono anche due featuring col producer Micromega) è uscito fisicamente in CD, quindi acquistabile in tutti i negozi di dischi e su tutte le piattaforme di streaming. Seguendomi potrete sapere le mie date e beccarci dal vivo! : ) Grazie a tutti rega’

Commenti

Post popolari in questo blog

Video Recensione: Alice in chains - Live (2000)

Video Intervista: Matteo Brigo

La scheda - The Extreme Metal Project