Post

Visualizzazione dei post da Luglio, 2012

Intervista: Hot Rod

Immagine
E' tempo di interviste, siore e siori!
E' il turno degli HOT ROD, band siciliana attualmente in giro in tutta Italia (ed Europa) per diffondere il verbo Glam, che verbo effettivamente non é, ma comunque...
Diamo il benvenuto a Mirko, Giacomo, Valeria, Cristina e Christian, ovvero: Gli Hot Rod!


1) Ok ragazzi, prima di tutto, benvenuti a questa meravigliosa (!) intervista. 
Direi di  cominciare con la prima domanda, quella classica (e banalissima) che riguarda i vostri esordi.

Mirko: Gli Hot Rod nascono ufficialmente nel 2006 dalla volontà mia e di Christian di mettere in piedi una band votata alle più classiche sonorità Hard’n’Heavy di stampo ottantiano.
Col passare del tempo il fascino della scena losangelina, fiorita negli eighties lungo il “Sunset Strip”, si è fatto sempre più forte in noi, facendoci così approdare verso lidi smaccatamente Glam, sia per look che per sonorità. Le prime serate, come è normale, sono state nella nostra città; abbiamo proposto, sin da subito…

Top 10: Batteristi

Immagine
I miei dieci batteristi preferiti, con un minimo di spiegazione per ognuno.

Cominciamo senza troppe esitazioni

10) Lars Ulrich (Metallica)
Se a leggere questa classifica é un batterista (o presunto tale), probabilmente avrá giá chiuso la pagina, spento il pc e anche staccato la corrente elettrica (o tolto la batteria del dispositivo portatile) per l'indignazione. Vengo e mi spiego: tecnicamente Lars Ulrich non é tutto questo granché, ci saranno almeno 3 milioni di batteristi piú bravi di lui, ma a me il suo stile sui Tom e quei piatti in controtempo mi fanno impazzire, che ci posso fare.
Canzoni top: Creepin' death, For whom the bell tolls

Top 10: chitarristi

Immagine
Ecco quelli che (grosso modo) sono i miei 10 chitarristi preferiti.
Sia chiaro che non sono quelli che reputi migliori a livello tecnico, bensí quelli che mi hanno emozionato di piú per quanto fatto in carriera. I motivi ve li spiego sotto ad ogni posizione. Spero di riuscirci:

Cominciamo:

Top 10: Cantanti

Immagine
C'é chi é nato per zappare e chi é nato per studiare, diceva il professore di francese nel film La scuola.
C'é anche chi é nato per cantare, come questi signori qui sotto.

Ecco la top 10 dei miei cantanti preferiti.

10) Mike Patton (se scrivo i nomi di tutti i suoi gruppi supero il limite consentito dei caratteri)
Uno dei cantanti piú folli di sempre.
Ha spaziato praticamente tra tutti i generi musicali: rock, metal, crossover, jazz, hardcore, punk, country fino ad arrivare ai classici italiani anni 60, canzoni napoletane incluse. Si anche roba tipo Il cielo in una stanza e Scalinatella. Ovviamente il periodo migliore, per quanto mi riguarda, é quello con i Faith no more, nessun dubbio su questo.
Top songs: boh, tutte troppo diverse.



Top 10: album

Immagine
Top 10 che passione!

Beccatevi quelli che sono i miei 10 album preferiti, con la solita regola di un solo disco per band.
Ci riusciró? Non credo, ma ci provo lo stesso... Sono esclusi i Greatest hits, ovviamente, sennó sarebbe troppo facile. O forse no.

Vabbé, cominciamo...

I miei riff preferiti

Immagine
Ormai mi sono lanciato con le top 10, siete fregati! Ecco quella dei migliori riff.
(Anche per questa classifica, non insultatemi se non siete d'accordo e prendete le posizioni non troppo sul serio, è già difficile scegliere 10 riff tra 50 anni di musica, figuriamoci metterli in ordine).

Chiedo scusa alle varie Sweet home alabama, Cemetary gates, Long live rock n' roll, Whole lotta love, Ain't talkin about love, Smells like teen spirit, la Grange, Satisfaction e decine di altre ancora.

Live report: Bruce Springsteen (e John Fogerty) Hyde park - London 14/07/2012

Immagine
JOHN FOGERTY

Diciamo che due paroline John Fogerty le merita. Di essere vecchio, é vecchio, ma la voce é sempre quella. Chiudendo gli occhi, sembrerá di ascoltare il disco di 40 anni fa. Tanto di cappello. I classici dei Creedence clearwater revival sono sempre un piacere da ascoltare e da cantare. Il tempo é buono, l’atmosfera pure, il pubblico é partecipe e la band sa il fatto suo. Volete qualcosa di piú? I classici come Have you ever seen the rain, Fortunate son, Who’ll stop the rain, Proud Mary e la cantatissima cover Pretty woman. Verso la fine dell’esibizione il nostro caro vecchietto perde man mano la voce, ma direi che glielo possiamo perdonare. Bruce Springsteen sale a dargli una mano per la cover degli Status quo, la famosissima Rockin' all over the world.

BRUCE SPRINGSTEEN

Premessa: non sono un grande fan di Bruce Springsteen, conosco molti album e qualche greatest hits, ma non posso definirmi un grande fan. Detto ció, comincio:
Il sesso é un attitudine, come l’arte in ge…

Top 10: assoli di chitarra

Immagine
Ed eccoci ad una top 10 sui miei soli di chitarra preferiti, grosso modo.
Scrivo sempre "grosso modo" perché non escludo di dimenticare qualcosa e perché le mie scelte possono essere influenzate dal periodo.

Onde evitare di trovare gli stessi artisti ripetuti, mi autoimpongo la regola di un solo solo per artista, cosí risulta piú varia. Se non vedete il video, cliccate sul link e vi apparirá magicamente.

Ovviamente, fatemi sapere le vostre opinioni e quali sono i vostri soli preferiti.

Telenovelas - Perchè sputi?

Immagine
Perchè sputi? cantava Mariottide..
Come promesso, la seconda puntata della telenovela Queensryche: Geoff Tate contro il resto del mondo. In questa puntata, gli sputi.
da Blabbermouth.com


Scott Rockenfield:

“Dal 2005 Geoff e sua moglie Susan Tate hanno iniziato a controllare la band, spingendo solo ed esclusivamente verso il tipo di musica che interessava a Geoff.
Così tutto il materiale che scrivevamo io, Wilton e Jackson non veniva completato. Geoff Tate invece componeva musica con i suoi amici, alcuni dei quali non erano nemmeno musicisti professionisti”.

“Le continue aggressioni di Geoff Tate sono diventate un grosso problema per i Queensryche. Nel 2000 tenemmo una riunione riguardo al nostro prossimo disco: durante la riunione lui non apprezzò alcuni argomenti e se ne andò lanciando una sedia in mezzo alla stanza”

“Nel 2007 Geoff Tate si arrabbiò per qualcosa e scaraventò il mio portatilie sul tavolo. poi mi colpì in faccia, sputandomi addosso e spintonandomi per quindici minuti”.

“Nel…

Live report: Faith no more - London, Brixton academy 10/07/2012

Immagine
Dovevo andare a tutti i costi a questo concerto: il live at the Brixton academy dei Faith no more è stato uno dei miei primi CD: nel 2012 la band ritorna sul luogo del misfatto. Potevo mancare? No.

Eddie Van Halen ha recitato in Ritorno al futuro

Immagine
Un piccolo grande scoop per tutti gli amanti (come il sottoscritto) di Ritorno al futuro: l'attore dentro la tuta gialla che svegliava il giovane George Mc Fly con una cassetta con l'etichetta "Edward Van Halen", era proprio il chitarrista Eddie Van Halen, che ha confermato quella che fino ad allora era solo leggenda metropolitana aggiungendo: "quella che avete sentito non è una canzone, solo un mucchio di suoni".

Potete rigustarvi la scena originale qui sotto. Enjoy!


Recensione: Offspring - Days go by (2012)

Immagine
Riecco gli Offspring con un nuovo album, nuove canzoni e con una copertina non proprio rock, ma quantomeno ricca di significato (si?).

La band invecchia, ma non invecchia la loro carica ed il loro spirito giovanile. Premendo il tastino "Play" si hanno subito buone sensazioni (anzi, ottime) con l'ispirata opener The future is now , proseguendo in scioltezza con le energiche ed orecchiabili Secret from the undergroud e Days go by (il riff portante peró ricorda troppo quello di Times like these dei Foo fighters). Dirty magic, Hurting as One e Dividing by zero sono anch'esse meritevoli di una citazione perché hanno un'energia che ci riporta indietro nel tempo, dal loro album piú famoso e piú acclamato, Smash del 1994. Grande carica.Tutto perfetto allora? Naaaaaa