Post

Visualizzazione dei post da Novembre, 2018

Top 10: Metallica

Immagine
Eccovi, anche in versione video, anche la top 10 dedicata ai Metallica. La scelta é rimasta la stessa rispetto a quella che avevo fatto in versione "scritta" qualche anno fa.

Insomma, beccatevi quelle che sono le mie dieci canzoni preferite dei 4 horsemen e scusate per il solito errore di dimenticanza (questa volta é alla numero 9).

Non mancate di farmi sapere le vostre opinioni, anche se credo che grosso modo (dico grosso modo) le top 10 sui Metallica abbiano scelte abbastanza condivise e obbligate. Mi sbaglio?

Ascolti di novembre

Novembre ricco di uscite e ricco di nuovi ascolti.

Nella lista qui sotto troverete un sacco di roba che ho recensito recentemente, tipo l'ultimo bellissimo live con l'orchestra degli Accept, la mega antologia di Chris Cornell, il discreto ritorno degli Smashing pumpkins, il nuovo disco acustico di Blaze Bayley e anche l'ultima ciof, ehm... fatica dei Muse.

Ho letto recensioni entusiaste del nuovo disco dei Witherfall, a prelude to sorrow e l'ho ascoltato un sacco di volte, ma veramente tante. L'ho trovato veramente interessante sotto un sacco di punti di vista, ma alla fine non mi ha preso. Ma posso capire perché molti pensano sia il disco dell'anno. Gusti, come sempre e come dico sempre.

Poi ho ascoltato molto anche l'ultimo, piú bizzarro del solito, album dei Tenacious D, Post - Apocalypto, e album a caso dal passato di Anneke Van Giersbergen e di John Norum. Non me ne vogliate, ma continuo ad ascoltare A star is born di Lady Gaga e Bradley Cooper.

Voi co…

Le mie cantanti Rock preferite

Immagine
Oggi volevo parlarvi brevemente di voci femminili nel rock e di quelle che sono le mie preferenze.

Pur apprezzando tantissime cose qui e li, non posso certo dire di essere un fan accanito di come la voce femminile si sposi con le sonoritá Rock. Ci sono delle eccezioni peró, cioè esponenti del gentil sesso (si fa per dire) che mi emozionano un sacco.

Anzi, aspettate. Invece di partire in quarta, faccio prima qualche citazione d'obbligo per voci che apprezzo molto come Janis Joplin, Alanis Morissette, Tina turner, Anastacia, la nostrana Elisa (quella rock degli esordi, non quella attuale) alle quali aggiungo una Lady Gaga che sto molto rivalutando per alcuni aspetti (quando non canta quelle canzoncine del cavolo, sia chiaro). Ah, tra le altre cose, proprio nel momento in cui scrivo, sto ascoltando un bell'album di Anneke Van giersbergen. Spero la conosciate perché merita.

A parte questi nomi ci saranno sicuramente un sacco di cantanti che sto dimenticando, oltre al fatto che ci …

Recensione: Accept - Symphonic Terror - Live At Wacken 2017

Immagine
Grandissimo rispetto per gli instancabili Accept, che ultimamente non si fanno aspettare piú di tanto per nuove pubblicazioni. Questa volta non è un nuovo album da studio, bensì un live con tanto di orchestra, registrato al Wacken dello scorso anno.

Questo Symphonic Terror mi è piaciuto moltissimo, ma se seguite il blog saprete di certo che ho un debole per i live con tanto di orchestra al seguito. In realtà non so se l'orchestra è appropriata al 100 percento per un gruppo e per un materiale come quello gli Accept, ma va benissimo cosí.

Come potete vedere dall'ampia tracklist a fondo pagina, il concerto è diviso in tre parti: la prima dove ci sono solamente gli Accept e con canzoni prese prevalentemente dalla loro ultima produzione, la seconda parte che vede protagonista l'orchestra e il chitarrista Wolf Hoffmann che ricama tessiture metal con l'orchestra alle sue spalle per un repertorio esclusivamente di musica classica. Tranquilli, guardando i titoli sono rimasto c…

L'angolo brutale: Immortal

Immagine
A cura di Simone Riccobono

Gli "Immortal", chi non ha mai sentito nominare almeno una volta il nome di questa band fondamentale per il black metal, formatasi nel 1990.

Impossibile non notare il carisma, il modo di apparire, ma soprattutto la simpatia e la goffaggine del cantante chitarrista, nome d'arte "Abbath", recentemente cascato a terra come una pera cotta mentre correva per raggiungere il palco, con la chitarra in mano e invogliato dal pubblico, con tanto di applausi da parte dei suoi fan. Vi invito a vedere i suoi momenti più divertenti, davvero comici. Possiamo anche affermare che ė uno di quei pochi artisti in campo estremo a non mostrarsi duro o spaccone, infatti gli Immortal sono un gruppo con tematiche assolutamente sobrie: i testi parlano di mitologia, sagre, e storia delle terre Norvegesi.

Tornando alla musica oggi voglio parlarvi di uno dei migliori album che "Abbath" e company abbiano partorito, ovvero: "Sons Of Northern Darkness&…

Primo ascolto: Queensryche - Man the Machine

Immagine
Foto di anteprima incredibile per questa nuova canzone dei Queensryche, Man the machine, che anticipa l'album che uscirá niente meno che a marzo 2019 (niente fretta, eh...)

Primo ascolto piú interlocutorio del solito in quanto pensavo di fare il mio solito monologo su quanto sia sbagliato scopiazzare qualcun altro, invece mi sono ritrovato un po' spiazzato (da qui probabilmente la mia espressione allucinante)

Vabbé, beccatevi il primo ascolto di questa Man the machine.

Recensione: Smashing Pumpkins - Shiny And Oh So Bright, Vol. 1 / LP: No Past. No Future. No Sun. (2018)

Immagine
Ritorno sulle scene per i riuniti Smashing Pumpkins (ad eccezione della bassista D'arcy, fra mille polemiche) che ritornano sul mercato con questo disco dal titolo lunghissimo. Siete pronti? Si chiama Shiny And Oh So Bright, Vol. 1 / LP: No Past. No Future. No Sun. Come avete letto (forse) é il volume uno, il secondo volume potrebbe vedere la luce nel 2019.

Ok, ma come suona questo ritorno di Billy Corgan e soci?

Innanzitutto il disco ha un minutaggio che mi piace (di poco superiore ai 30 minuti) e solamente 8 brani, come si faceva un tempo. Poi, secondo me, suona molto coerente in quanto ha molti elementi della vecchia anima degli Smashing, ma in diversi brani notiamo che i nostri non hanno più 30 anni.

Prendiamo l'opener Knights of Malta, per esempio, dove si nota che la band é a proprio agio con delle sonorità più rilassate e mature. Stesso dicasi per With Sympathy o Alienation. E' una cosa che mi é sempre piaciuta, perché vuol dire che la band prova ad essere coerente…

Recensione: Blaze Bayley - December Wind (2018)

Immagine
Un po' inaspettato questo December wind di Blaze Bayley, personaggio che credo stia simpatico un po' a tutto l'universo metal per tante ragioni. Prima di tutto Blaze é uno che si é sempre dimostrato  persona vera, coerente e uno che é sempre andato avanti per la sua strada, nonostante alcune vicende personali e professionali che avrebbero abbattuto chiunque: prima la cacciata dalla heavy metal piú popolare del pianeta (nonostante un discreto primo periodo) e poi la tremenda scomparsa della moglie/manager.

Dopo la sua ultima gradevolissima trilogia (che trovate recensita su queste pagine), Blaze ci propone un disco acustico realizzato insieme al chitarrista Thomas Zwijsen. I due ci propongono dei nuovi pezzi realizzati con chitarra e voce e la rielabolazione di 2AM presa da The X factor degli Iron Maiden. 
December wind é un disco da ascoltare a cuor leggero, con un'ineccepibile chitarra classica suonata da Thomas. Il  disco intero, peró, a mio parere avrebbe necessitat…

Recensione: Chris Cornell (2018)

Immagine
Accipicchia se é una bella raccolta/antologia, questa!

Intitolata solamente "Chris Cornell", é una perfetta retrospettiva su quanto fatto in carriera da quella che é stata una delle piú belle voci rock/grunge della nostra generazione.

Top 10: Queen

Immagine
E rieccoci qui con un'altra top 10, stavolta dedicata ai Queen.

Ultimamente, causa l'uscita di Bohemian Rhapsody (il film) ne ho parlato parecchio, forse pure troppo. A proposito, se non avete visto le recensioni, potete rimediare: trovate sia quella del film che della colonna sonora (cliccate sul rispettivo testo colorato, chiamato volgarmente link, per accedervi)

Vabbé, beccatevi quelle che grosso modo sono le mie 10 canzoni preferite della mitica band inglese.
Come al solito, non dimenticate di farmi sapere quali sono le vostre e perdonate, se potete, la mia solita espressione discutibile nell'anteprima del video.

La Scheda: Twenty Four Hours

Immagine
-Genere: 
Rock psichedelico/progressivo/art rock (Trait d'union fra anni '60, '70 & '80 = un Mix di Pop + Psychedelia + Progressive Rock & Post-Punk)

-Line Up attuale:
Antonio Paparelli = chitarre acustiche & elettriche
Paolo Lippe = voce solista, tastiere
Marco Lippe = batteria, cori
Paolo Sorcinelli = basso
Elena Lippe = voce solista & cori

-Album/EP all’attivo:
1991: "THE SMELL OF THE RAINY AIR" (LP tiratura limitata a 500 copie) - Twenty Four Hours Music.
1994: "INTOLERANCE" (CD) - Mellow Records.
1999: "OVAL DREAMS" (CD) - Musea.
2004: "THE SLEEPSELLER" (CD) - TFH Music/Musea.
2016: "LEFT TO LIVE" (CD) - Musea.
2018: "CLOSE LAMB WHITE WALLS" (CD Double) - Musea / Velut Luna.

Ristampe
1999: "THE SMELL OF THE RAINY AIR" (CD, ristampa + 4 bonus tracks) - Mellow Records.
2009: "OVAL DREAMS" (CD, ristampa) - MALS (Russia).
2012: "OVAL DREAMS" (LP, Edizione Audi…

L'angolo brutale: Nuclear assault

Immagine
A cura di Simone Riccobono

Ecco un grandissimo esempio di come Thrash Metal e Punk possano andare alla grande insieme. Non stiamo parlando di cover, qui stiamo parlando di una band che propone questo miscuglio, una band con le palle fumanti: i "Nuclear Assault" (e già dal nome si intuisce cosa trattano nei loro testi), band non molto conosciuta in ambito metal ma che ha fatto sicuramente cose grandiose!

Vi do una rinfrescata: il progetto vero e proprio nasce dalla mente del bassista Dan Lilker, un musicista che inizió la sua carriera militando nella famosa band Anthrax ancora agli esordi. Allontanato ben presto dalla band, proprio all'uscita del loro primo album del 1984, per il semplice motivo che non sapeva suonare al livello degli altri. Ben presto questo smacco gli fece venire una rabbia da formare, sempre nel 1984, a New York, il progetto "Nuclear Assault". 
Prese in formazione John Connelly alla voce e chitarra, Anthony Bramante alla seconda chitarra e Gl…

Recensione: Pearl jam - Riot act (2002)

Immagine
Oggi Riot act dei Pearl jam compie 16 anni e volevo parlarne un po' perché per me é un album molto importante. Lo é in quanto era il periodo in cui stavo conoscendo la band (in maniera quasi maniacale, dovrei aggiungere) e conseguentemente aspettavo questo disco con molta impazienza.

Primo ascolto: Joe Perry - Quake

Immagine
Un primo ascolto che mi ha lasciato estremamente confuso: ma é davvero Gary Cherone (Ex Etreme e Van Halen) che canta? Ancora non riesco a farmene una ragione.

In ogni caso... Beccatevi questo nuovo singolo di Joe Perry, Quake, al quale facciamo un grosso in bocca al lupo dato che un paio di giorni fa é stato ricoverato in ospedale dopo un'esibizione con Billie Joel al Madison Square garden.

Non si sa molto su quanto accaduto ma ovviamente speriamo di vederlo sul palco al piú presto, magari con Gary Cherone a cantare questa Quake, cosí mi convinco che é lui.

Chiedilo a Given to rock - Novembre 2018 (LIVE)

Immagine
Ok, ho provato a cambiare metodo per l'appuntamente live mensile ma l'audio é effettivamente terribile, scusate. Inoltre vi consiglio di guardare il video da Youtube cosí potrete guardare tutte le domande e interazioni, senza le quali sembro un pazzo che parla da solo. 

Fra i vari ascolti e citazioni, figurano (in ordine assolutamente casuale) Dream theater, Greta van fleet Architect, Sixx A.M, Sanctuary, Megadeth, The bates, Candlemass ed altri mille gruppi che mi avete consigliato ma che adesso non mi vengono in mente.

Scusate ancora per la qualitá audio (e per lo sfondo spoglio e bianco), proveró a fare meglio il mese prossimo.

Ci vediamo il mese prossimo!

Recensione: Muse - Simulation theory (2018)

Immagine
Stavolta parto con uno spoiler gigante e dico che questo Simulation theory é l'album piú brutto della carriera dei Muse, cosí se siete fan accaniti della band, potete incazzarvi ancora prima di premere play o potete addirittura non premerlo, se vi sta molto a cuore l'argomento e siete molto suscettibili.

Nel video cerco di motivare, come al solito in maniera molto rapida, il mio commento negativo su questo disco. Se volete dire qualcosa al riguardo, come al solito siete i benvenuti e ci possiamo anche confrontare, partendo ovviamente dal presupposto che la musica (in quanto arte) e i gusti sono sempre soggettivi.

Vi lascio anche la tracklist a fondo pagina.


Tracklist:
01.Algorithm
02.The Dark Side
03.Pressure
04.Propaganda
05.Break It To Me
06.Something Human
07.Thought Contagion
08.Get Up And Fight
09.Blockades
10.Dig Down
11.The Void

Luxury Eviction

Immagine
La polistrumentista, illustratrice e scrittrice Blair B. si allontana dalla sua regola auto-prescritta fatta di complicazioni, eccessiva saturazione e cacofonia per pubblicare una collezione nuda di intuizioni musicali.

Influenzata da nomi del calibro di Pink Floyd, Shirley Manson, Tori Amos, Imogen Heap, Portishead, Nine Inch Nails, e Garbage e meglio conosciuta per la sua potente voce nel gruppo rock alternativo Absinthe Junk, Luxury Eviction porta l'ascoltatore totalmente su altri lidi con il suo approccio minimalista con spesso una sola voce ed una strumentazione limitata.

Registrato con apparecchiature audio leggendarie di Abbey Road e della Capitol Records, è stato effettuato un editing minimo per conferire a ciascuna canzone una singola qualità di esecuzione.

Il risultato è un esame crudo e vulnerabile della condizione umana.


WEBSITE AND SOCIAL MEDIA:
http://luxuryeviction.com/
http://www.facebook.com/luxuryeviction
https://www.instagram.com/dablairb/
https://luxuryeviction…

Primo ascolto: John Garcia - Chicken delight

Immagine
Oggi un primo ascolto leggermente fuori dai miei gusti: un tuffo nello stoner rock con l'ex componente dei Kyuss, John Garcia (accompagnato dai "the band of gold", scusate ma mi é sfuggito il nome, nel video) per questa nuova Chicken delight.

Le canzoni che adoro: Skid row - Slave to the grind

Immagine
La solita "qualche parola" (come sempre, in tempo reale) su una canzone il cui riff mi ronza in testa da piú di 25 anni, Slave to the grind dei mitici Skid row con un Sebastian Bach al suo massimo e la band che gira a mille.

Chi di voi é ossessionato da questa canzone come me?

La scheda: Alessandro Orlando Graziano

Immagine
Genere:
Pop d'autore

-Line Up attuale
Alessandro Orlando Graziano

-Album/EP all’attivo
5 incluso Voyages Extraordinaires
1 come produttore artistico (Carla Boni / Aeroplani ed Angeli
Varie co produzioni e partecipazioni
Vari brano scritto per altri artisti



-Influenze
Roxy Music / Léo Ferré / Eurythmics / Giuni Russo / Giorgio Moroder / Nico

-Di cosa parlano i testi
Alcuni di quel che c’è fuori da me ed altri di quel che c’è dentro, un libro, un pensiero fugace, un’esperienza vissuta. Probabilmente il tema ricorrente è il viaggio della vita, da amare in ogni sua sfumatura.

-Esibizione live che ricorderai per molto tempo
Una mia partecipazione nel Teatro Valle durante la sua occupazione. Fu un’esperienza molto emozionante, un clima festoso in un luogo pieno di storia.

-Un aneddoto divertente capitato on stage o in studio
Chi lavora con me sa che le esperienze sono sempre imprevedibili in studio. Se scelgo musicisti bravi poi li lascio assolutamente liberi di giocare e proporre, spesso poi…

Recensione: Metallica: ...And justice for all (Remastered, deluxe edition)

Immagine
Come avevo fatto per Master of Puppets (clicca per vedere la recensione), provo a fare la stessa cosa anche per il suo successore ...And Justice for all, ovvero parlare del contenuto dell'edizione super deluxe (ancora una volta senza possederla, che genio che sono...).


Volevo anche lasciarvi l'enorme tracklist a fine pagina, ma il copia-incolla mostruoso mi ha scoraggiato, quindi beccatevi solamente un sorridente Kirk Hammett che fa l'unboxing del megacofanetto. Guardate come e' contento.

Primo ascolto: Slipknot - All out life

Immagine
Nuova uscita, per la veritá un po' inaspettata, per gli Slipknot di Corey Taylor che si ripresentano con questa nuova canzone All out life.

A dire la veritá non sono un grandissimo fan della band (ho il primo album e mi piace qualcosina qui e li), ma ho pensato ugualmente di fare questo primo ascolto con voi. Come al solito, non mancate di farmi sapere cosa ne pensate del pezzo.

Per la mia opinione... beh, dovete cliccare play.

Russ Still & The Moonshiners

Immagine
In un settore che attualmente vive di auto-tune, drum machine e modelli pop, i Russ Still and the Moonshiners portano un po 'di luce e autenticità alle radio. Composti da sei elementi che mescolano country, country rock e classic rock, hanno formato le loro radici ad Atlanta, Georgia e stanno attraendo gli interessi di ascoltatori affezionati al sound della costa occidentale degli anni '70, tra cui The Eagles e Poco, Southern Rock tra cui Marshall Tucker e il nuovo paese rock e artisti come Zac Brown, Jason Aldean e Jamey Johnson.

La band è composta dal frontman Russ Still (voce, chitarra, tastiere), Ben Still (chitarra, voce), Cam Still (piano), Ed Usher (basso, voce), Mitch Flanders (batteria, voce) e Roddey Phipps (chitarra). Con quattro dischi al loro attivo tra cui The Mission: Music (2006), The Russ Still Project (2013), White Lightnin '(2014) e il recente rilascio di Still Cookin', è sicuro che la band ha trovato un modo per fare la loro musica a modo loro.

Sec…